Finisce in manette l’ex direttore di settembre al borgo di Caserta

E’ finito in manette nell’ambito di un’inchiesta su una serie di sentenze e giudizi pilotati, stiamo parlando di C. Lieto. Casimiro Lieto finisce dunque mel mirino della guardia finanza, il conduttore ed autore televisivo di alcuni porgrammi televisivi su Rai due tra cui  ‘La domenica ventura’ e in passato autore di ‘La prova del cuoco’ e ‘La vita in diretta’ – è accusato di concorso in corruzione. Un sistema consolidato che sembrava essere unicamente la punta di un iceberg ben più profondo: così il Gip tratteggia nell’ordinanza l’intero sistema corruttivo.

Negli anni scorsi aveva partecipato anche alla kermesse estiva di settembre al borgo nell’anno 2017, come direttore artistico, ma anche ad altre manifestazioni come Telethon , il festival di San Remo e Pavarotti and friends. Nel quadro accusatorio sollevato, la corruzione sarebbe avvenuta in concorso con Antonio Mauriello, già giudice tributario e attualmente membro del Consiglio nazionale della giustizia tributaria a Roma. Lieto e Mauriello sono finiti in carcere e per il primo viale Mazzini “ha avviato l’iter per la risoluzione del contratto di collaborazione”. Lieto, come scrissero all’epoca molti giornali, era uno dei nomi in pole per la direzione di Rai 1, grazie alla sua vicinanza alla Lega e all’ex vice premier Matteo Salvini.