Formula uno GP D’Austria a Max Verstappen, polemiche per il contatto al giro 69

Il Gp d’Austria viene vinto da  Max Verstappen (Red Bull) una gara in rimonta strepitosa ma anche con una manovra ‘al limite’ che lo ha fatto finire sotto investigazione: tuttavia, il suo successo è stato poi confermato dalla Fia. La manovra è stata decisiva per il sorpasso al primo posto al terzultimo giro sulla Ferrari di Charles Leclerc. In pole c’è la Ferrari di Leclerc affiancato dalla Red Bull di Verstappen, poi Bottas.
Ecco un breve riassunto della gara.
Hamilton parte in seconda fila nonostante il secondo tempo in qualifica, il britannico ha subìto una penalità che gli ha fatto perdere due posizioni. Quinto il sorprendente Norris. In nona posizione al via la Ferrari di Sebastian Vettel. Consegnati 60.000 cappellini in ricordo di Niki Lauda al Red Bull Ring dedicato al pilota recentemente scomparso. Partenza orrenda di Verstappen che viene subito superato da Hamilton e Bottas. Leclerc conserva la prima piazza. Vettel aggressivo al quarto giro sorpassa Norris, al sesto infila Raikkonen ed è quarto alle spalle di Hamilton. Nella fase iniziale le Ferrari vanno benissimo: la stategia è quella di usare le gomme morbide rispetto alle medie montate dalla Mercedes. Leclerc sfrutta al massimo la situazione e distanzia Bottas. Al giro 22 Bottas e Vettel rientrano ai box ma i meccanici della Ferrari sbagliano tutto: problema nel montaggio della gomma e sosta di 6″5 contro i 3″5 di Bottas. Nel giro successivo pit-stop anche per Leclerc, almeno questo velocissimo. Hamilton resiste e firma giri veloci. Al giro 31 rientra per il cambio gomme e sostituisce l’ala anteriore danneggiata: 11 secondi per i meccanici Mercedes. Ferrari e Mercedes ora tutte con gomme hard. Vettel, nonostante la disavventura ai box è scatenato, sorpassa Verstappen, nel frattempo risalito, e si porta alle spalle di Bottas. Hamilton rientra in quinta posizione ma gradualmente perde un secondo a giro dai primi, problemi forse dovuti ad un urto sul cordolo del pilota Mercedes. Al 40° giro Vettel a 2″9 da Bottas. Il tedesco è scatenato, mentre Leclerc cerca di ammnistrare il vantaggio su Bottas. Dopo il cambio gomme la Red Bul di Verstappen sembra un’altra e l’olandese insidia da vicino Vettel, superandolo al 50° giro: il pilota Red Bull è bravo a fintare l’esterno e passare in curva. Al 51° giro mossa azzardata di Vettel che fa un altro pit stop e monta le gomme rosse, ma così perde la posizione nei confronti di Hamilton e si ritrova quinto. Verstappen è deciso a farsi perdonare la partenza orribile e sembra indemoniato: al 54° giro, sfruttando gomme più fresche rispetto a Bottas e Leclerc, conta di andarli a riprendere. Intanto 1’07″787 per Vettel, giro veloce con gomme soft fresche. Verstappen riprende Bottas e può utilizzare il DRS. Al giro 56 Verstappen è secondo: attacco deciso all’interno, staccata su Bottas e via all’inseguimento di Leclerc che cerca di mantenere i circa 4” di vantaggio. Il pilota monegasco deve lottare col coltello tra i denti, ma l’olandese ne ha di più e al 69° giro arriva il sorpasso: Verstappen prende l’interno e con una sportellata porta fuori pista il monegasco. La manovra comunque sembra regolare. L’olandese è incredibilmente primo.
Sotto arrivo del GP d’Austria 2019
1

M. Verstappen

Red Bull·#33
1:21:56.02425
2

K. Raikkonen

Ferrari·#7
+1.504s18
3

S. Vettel

Ferrari·#5
+3.181s15
4

R. Grosjean

Haas·#8
+ 1 giro12
5

K. Magnussen

Haas·#20
+ 1 giro10
6

E. Ocon

Force India·#31
+ 1 giro8
7

S. Perez

Force India·#11
+ 1 giro6
8

F. Alonso

McLaren·#14
+ 1 giro4
9

C. Leclerc

Sauber·#16
+ 1 giro2
10

M. Ericsson

Sauber·#9
+ 1 giro1
11

P. Gasly

Toro Rosso·#10
+ 1 giro0
12

C. Sainz Jr.

Renault·#55
+ 1 giro0
13

S. Sirotkin

Williams·#35
+ 2 giri0
14

L. Stroll

Williams·#18
+ 2 giri0
15

S. Vandoorne

McLaren·#2
NT0
16

L. Hamilton

Mercedes·#44
NT0
17

B. Hartley

Toro Rosso·#28
NT0
18

D. Ricciardo

Red Bull·#3
NT0
19

V. Bottas

Mercedes·#77
NT0
20

N. Hulkenberg

Renault·#27
NT0