FOTOGRAFA IL VOTO | Il presidente del seggio lo becca. È accaduto a Casaluce

Fotografa il voto ma si dimentica di togliere il fash e silenziare lo scatto, e così richiama l’attenzione del presidente del seggio che lo ha immediatamente segnalato ai Carabinieri. È accaduto in un seggio di Casaluce e precisamente presso l’Istituto Comprensivo Ludwig Van Beethoven.

I Carabinieri hanno poi constatato che in effetti nella galleria fotografica del suo smartphone era presente la foto che immortalava il voto ed hanno così provveduto a sequestrargli il terminale accompagnandolo presso il Comando Stazione di Teverola dove è stato denunciato.

Per dovere di cronaca ricordiamo che l’articolo 1 del DL 49/2008 afferma in maniera chiara che durante le consultazioni elettorali o referendarie è vietato introdurre all’interno delle cabine elettorali telefoni cellulari o altre apparecchiature che sono in grado di fotografare o registrare immagini. Chi contravviene a tale disposizione pone in essere una condotta penalmente rilevante, punita dalla medesima disposizione con l’arresto da tre a sei mesi e con l’ammenda da 300 a 1.000 euro.