Giornata Mondiale del Malato, alla Parrocchia Nostra Signora di Lourdes grande partecipazione di fedeli

Alla Santa Messa hanno presenziato i componenti dell’UNITALSI guidati dal presidente della sottosezione di Caserta Renato Iaselli, il consigliere comunale Pasquale Antonucci delegato di quartiere in rappresentanza del sindaco Carlo Marino

CASERTA – Una massiccia partecipazione di fedeli ha fatto da degna cornice alla Santa Messa solenne presieduta da Mons. Gianni Vella Vicario della diocesi di Caserta per la celebrazione della Giornata Mondiale del Malato in occasione della festa patronale presso la Parrocchia N.S. di Lourdes. Al solenne rito animato dalla corale parrocchiale con il Vicario Vella, coadiuvato dal parroco don Pietro Pepe hanno concelebrato don Nicola Buffolano con i diaconi don Manlio Maglio e don Mario Librera.

Nell’omelia il Vicario – commentando il Vangelo di Giovanni – ha evidenziato come affidarsi a Gesù sull’esempio di Maria che a Cana ha pronunciato le famose parole “fate quello che Egli vi dirà”. Poi soffermandosi sulle parole “Non hanno più vino”, Mons. Gianni Vella ha detto come queste parole rivolte a Gesù da Maria, non esprimono soltanto la compassione umana rivolta a risolvere un problema immediato, ma comunicano anche un altro bisogno, o meglio, un’altra speranza che il vino stesso rappresenta: la speranza messianica. Maria chiede al Figlio un segno del suo essere Messia, un segno che mentre risolve un problema umano, anticipa l’ora della Rivelazione del Figlio e svela che è giunta l’ora della Salvezza.

Infine evidenziando le parole “Fate quello che egli vi dirà…”, ha detto che queste parole significano: ascoltate Gesù seguite la sua parola e abbiate fiducia in lui, imparando a dire «sì» al Signore in ogni circostanza della vostra vita. È un messaggio molto confortante, di cui tutti sentiamo il bisogno. Alla Santa Messa hanno presenziato i componenti dell’UNITALSI guidati dal presidente della sottosezione di Caserta Renato Iaselli, il consigliere comunale Pasquale Antonucci delegato di quartiere in rappresentanza del sindaco Carlo Marino.

Il parroco don Pietro Pepe infine ha ringraziato il Vicario Mons. Gianni Vella, don Nicola con i diaconi, i collaboratori, l’Azione Cattolica, i ministranti, i gruppi di preghiera e gli Scout Caserta 3, che al termine della celebrazione hanno concluso in maniera egregia la festa patronale organizzando sul sagrato una squisita calda cioccolata e un gustoso the che ha deliziato tutti gli astanti.