Pubblicità elettorale

Pubblicità elettorale

Gli alunni della Scuola primaria “Pietro Giannone” in strada per il progetto “Ambiente – Vita – Futuro”

Gli alunni della Scuola Primaria dell'Istituto Comprensivo "Pietro Giannone" scendono in strada per sollevare l'attenzione sul cambiamento climatico seguendo l'esempio di Greta Thunberg.

Dilagano le forme di proteste per il clima. I giovani, e soprattutto gli studenti a qualsiasi livello, scendono sempre più strada per il clima. Seguendo l’esempio di Greta Thunberg, la giovanissima attivista svedese che dal 20 agosto 2018 dello scorso anno si è messa ogni venerdì in sciopero scolastico, seduta vicino al parlamento svedese, armata solo di cartelli, per sollevare l‘attenzione sul cambiamento climatico, anche gli alunni della scuola primaria dell’Istituto Comprensivo Statale “Pietro Giannone” sita in Via Roma a Caserta, di cui è Dirigente Scolastica la dr.ssa Maria Bianco, inizieranno oggi, venerdì 3 maggio 2019, alcune iniziative nell’ambito del progetto: “Ambiente – Vita – Futuro”. A turno, secondo il seguente calendario le classi usciranno dalla scuola per posizionarsi sul marciapiede alle ore 10:15 e rientreranno in classe alle ore 10:30.

“La nostra è una iniziativa” – affermano le docenti interessate – “che vuole agganciarsi a quella che a livello mondiale i giovani stanno attuando in sintonia, anche, con quanto avviato dalla giovanissima Greta Thunberg. L’obiettivo è porre in evidenza, anzi al primo posto, il problema ambientale, troppo “silenziato” dai media e dai potenti della Terra. Il problema ambientale” – hanno concluso – “è certamente tra i più gravi e urgenti, ne va della sopravvivenza del pianeta e, soprattutto, del genere umano. Si veda quel che sta succedendo in Antartide, in Amazzonia, negli oceani… l’elenco sarebbe molto lungo, purtroppo!”.

La richiesta è comune: cambiare l’atteggiamento nei confronti del pianeta prima che sia troppo tardo e che il cambiamento climatico provochi danni irreperibili. La storia di Thunberg è stata ripresa da alcuni media locali e gradualmente ha superato i confini della Svezia, finendo su giornali e televisioni di mezzo mondo. Mese dopo mese, la sua protesta è diventata la fonte d’ispirazione per altri studenti, che in diversi paesi hanno iniziato a organizzare marce e manifestazioni sul clima, sempre di venerdì. Si stima che negli ultimi mesi ne siano state organizzate circa 300 in varie città del mondo, con la partecipazione di alcune decine di migliaia di studenti.

Pubblicità elettorale

Pubblicità elettorale