I Giorni del Sud. Sarà il ministro Amendola l’ospite del 13 novembre nella Cappella Palatina della Reggia di Caserta

Sarà il Ministro per gli Affari Europei, Vincenzo Amendola, il protagonista dell’incontro in programma presso la Cappella Palatina della Reggia di Caserta mercoledì 13 novembre, organizzato nell’ambito  de “I Giorni del Sud – Il Mezzogiorno incontra il Marocco”, un’iniziativa, che quest’anno celebra la sua prima edizione, organizzata dall’Unione Industriali di Napoli, da Confindustria Caserta e dalla Fondazione per la Sussidiarietà. La tavola rotonda, che avrà come tema il ruolo da protagonista del Sud Italia nel bacino del Mediterraneo e che sarà moderata dal direttore del “Corriere del Mezzogiorno”, Enzo D’Errico, vedrà la presenza dell’ex Ministro della Coesione Territoriale e del Mezzogiorno, Claudio De Vincenti, del presidente del Centro Studi “Meseuro” per l’Europa del Mediterraneo, Mario Mauro, del segretario generale dell’Assemblea Parlamentare del Mediterraneo, Sergio Piazzi, e del presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centrale, Pietro Spirito. A concludere i lavori saranno il presidente di Confindustria Caserta, Luigi Traettino, il presidente dell’Unione Industriali di Napoli, Vito Grassi, e il presidente della Fondazione per la Sussidiarietà, Giorgio Vittadini.

L’avvio dei lavori è fissato per le 9,30. Dopo i saluti del sindaco di Caserta, Carlo Marino, e l’introduzione del presidente di Confindustria Caserta, Luigi Traettino, è previsto l’intervento del presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca. Successivamente, spazio alla tavola rotonda, sempre moderata dal direttore del “Corriere del Mezzogiorno”, Enzo D’Errico, dal titolo “Educazione e lavoro”. Dopo l’intervento introduttivo del presidente della Fondazione per la Sussidiarietà, Giorgio Vittadini, la parola passerà al rettore dell’Università “Parthenope” di Napoli, Alberto Carotenuto, al presidente della Fondazione Crui e direttore scientifico CUOA Business School, Alberto De Toni, al presidente della Svimez, Adriano Giannola, al rettore dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II”, Gaetano Manfredi, e al rettore dell’Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli”, Giuseppe Paolisso. Al termine della sessione di lavoro, sarà presentata una best practice aziendale ad opera di Nicola Giorgio Pino, presidente del Gruppo Proma.

Il giorno precedente, martedì 12 novembre, “I Giorni del Sud” sarà di scena a Napoli, a Castel dell’Ovo, con due momenti di confronto, alle 9,30 e alle 14,30. Il primo incontro, moderato dalla giornalista de “la Repubblica”, Conchita Sannino, e intitolato “Italia e Marocco uniti per lo sviluppo”, vedrà al tavolo il Ministro per il Sud e la Coesione Territoriale, Giuseppe Provenzano, la presidente di “E4Impact”, Letizia Moratti, il CEO di PWC, Andrea Toselli, e alcuni rappresentanti del mondo delle istituzioni e delle imprese del Marocco. Alle 14,30 tavola rotonda, con l’introduzione del direttore de “Il Mattino”, Federico Monga, alla quale parteciperanno il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Paola De Micheli, il presidente della delegazione Ue-Maghreb del Parlamento Europeo, Andrea Cozzolino, il co-chair of the Economic Panel of the Parliamentary Assembly of Mediterranean, Giulio Centemero, il deputato Massimo Garavaglia, il presidente dell’Intergruppo Parlamentare per la Sussidiarietà, Maurizio Lupi, il deputato Luigi Marattin, l’eurodeputata Pina Picierno, il vicepresidente della Camera dei Deputati, Ettore Rosato. A moderare l’incontro Pietro Marzano, del Club del Sussidiario e socio dello spin off dell’Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli” in materia giuridiche G.R.A.L.E., mentre le conclusioni saranno affidate al presidente dell’Unione Industriali di Napoli, Vito Grassi, e al presidente di Confindustria Caserta, Luigi Traettino.