Il Ricciardi chiude la stagione con i ragazzi dell’Accademia

Il teatro Ricciardi chiude la stagione con lo spettacolo dell’Accademia diretta da Ferdinando Troiano. Domenica 5 giugno i ragazzi del laboratorio di recitazione tornano sul palco capuano dopo due anni di stop dovuto alla pandemia. Lo spettacolo inizia alle ore 19.00 con i giovani attori diretti da Ferdinando Troiano che cura la regia e l’adattamento di Provare Per Credere. << Tutti hanno i loro fantasmi da combattere o con i quali convivere – dice Troiano – ma se a convivere in una vecchia villa abbandonata sono gli attori di una compagnia teatrale, anche la presenza “non presenza” del fantasma diventa un gioco. La messa in scena prevede l’alternarsi di diversi personaggi che con le proprie manie, paure ed ansie, renderanno l’attesa del regista e del produttore alquanto movimentata, tra teatro e vita vera>>.

A seguire, alle ore 21.30 in scena il corso degli adulti diretto da Francantonio che cura la regia e l’adattamento di Lucida Follia. <<Nello spettacolo, navigando tra comicità e poesia, si fanno strada alcune tra le più vitali istanze di ciascun essere umano: il desiderio di essere compresi e amati, la spinta alla libertà, la speranza, il sogno. E chissà che i veri pazzi, in fondo in fondo, non siano quelli che, della pazzia, si sentono del tutto scevri>>, afferma Antonio Franco detto Francatonio. L’insegnante del corso di recitazione under 18 porta in scena una divertente e commovente rappresentazione dove i valori fondamentali dell’agire umano, come l’amore, la libertà, la dignità, la solidarietà e l’empatia, rivelano il “senso del teatro” come luogo magico che sa raccontare la vita, in una realtà che sembra una vera follia. << Con i ragazzi ci siamo chiesti cosa può accadere se un manipolo di pazzi, guidati spiritualmente da uno strano profeta e da un criminale, a sua detta falso infermo di mente per evitare la sedia elettrica, decide di evadere dal manicomio in cui è internato? – continua Francantonio – qui nasce la narrazione di folli vicende personali all’interno di una casa di cura che genera profonde riflessioni>>. Per info e prenotazioni www.teatroricciardi.it oppure tel/WhatsApp al numero 0823 963874.