Il Sindaco Marino propone la cittadinanza onoraria a Suor Rita Giaretta

Martedì, 18 giugno 2019, la procedura preliminare alla discussione è stata conclusa con l'acquisizione del parere della Commissione nominata dalla Giunta, presieduta dal Sindaco Carlo MARINO e composta dai consiglieri comunali Francesca TROVATO e Riccardo VENTRE e da due esperti, don Antonello GIANNOTTI e Ilaria MASTROIANNI. La Commissione, condividendo integralmente la proposta del sindaco, ha riconosciuto come altamente meritoria l'attività tutta di Suor Rita Giaretta.

È stato convocato, per il 24 e 25 giugno 2019, il Consiglio Comunale di Caserta che discuterà la proposta della Giunta di conferire la cittadinanza onoraria e benemerita a Suor Rita GIARETTA. Martedì, 18 giugno 2019, la procedura preliminare alla discussione è stata conclusa con l’acquisizione del parere della Commissione nominata dalla Giunta, presieduta dal Sindaco Carlo MARINO e composta dai consiglieri comunali Francesca TROVATO e Riccardo VENTRE e da due esperti, don Antonello GIANNOTTI e Ilaria MASTROIANNI.

La Commissione, condividendo integralmente la proposta del sindaco, ha riconosciuto come altamente meritoria l’attività tutta di Suor Rita Giaretta. Tutti i cittadini casertani hanno avuto modo di conoscere l’opera benemerita e meritoria in favore dei fratelli più bisognosi da parte di Suor Rita Giaretta. Semmai, sarebbe stato opportuno non aspettare la bellezza di circa 25 anni prima di riconoscere pubblicamente l’affetto e l’Amore che il popolo casertano nutre nei suoi confronti ed aspettare la vigilia della sua partenza per Roma.

Nel frattempo, il Comune di Caserta è già stato preceduto dal Movimento internazionale per la Pace della provincia, guidato da Agnese GINOCCHIO, che, domenica, 16 giugno 2019, Presso il Salone della casa del padre Vescovo Mons. Raffaele NOGARO a Caserta, ha voluto salutare Suor Rita Giaretta, fondatrice della Casa Rut (info https://www.associazionerut.it ) per ringraziarla per i 25 anni di servizio prestati in terra casertana.

In segno di gratitudine per l’impegno profuso a servizio degli ultimi e per l’accoglienza verso le donne immigrate africane salvate dalla piaga della tratta, Agnese Ginocchio le ha consegnato l’Attestato di Encomio Speciale all’Umanità con la Colomba Ambasciatrice della Pace, quale testimone viva dell’impegno a difesa della Pace e dei diritti umani.

Anche al Padre vescovo Nogaro, a sua insaputa (era stato informato solo per Suor Rita) il Direttivo del Movimento per la Pace presente con la presidente Agnese Ginocchio ha voluto fare altrettanto consegnando “l’Encomio Speciale per la Pace” e la “Colomba Ambasciatrice della Pace”, perché il Movimento per la Pace e tutte le realtà impegnate in tema di Pace, di accoglienza, di integrazione e di solidarietà che sono nate nella provincia casertana, tra cui proprio Casa Rut, sono nate grazie a lui.