Caserta. Il Vescovo D’Alise ha conferito il mandato educativo agli Insegnanti di Religione

Mons. D’Alise all’inizio della celebrazione ha sottolineato, come tutti siamo sotto la benedizione costante di Dio con la sua parola che è vita

Caserta. Il vescovo mons. Giovanni D’Alise nella cappella del seminario ha conferito per la sesta volta il mandato educativo ai docenti di religione, con una partecipata celebrazione eucaristica.

Mons. D’Alise all’inizio della celebrazione ha sottolineato, come tutti siamo sotto la benedizione costante di Dio con la sua parola che è vita. Nella toccante omelia Mons. D’Alise ha messo in risalto come sia importante per il cristiano prendere coscienza della redenzione operata da Gesù Cristo che ha vinto definitivamente il peccato di Adamo. Inoltre il vescovo ha evidenziato come il compito degli insegnanti di religione sia parte attiva della Chiesa, chiamati a fare alleanza con i giovani, le famiglie, i colleghi, con la gioiosità dell’annuncio della Parola.

Oggi, Mons. D’Dalise ha detto che molti individui sono “ presi” da una bugia cosiddetta esistenziale, ovvero con la bocca dicono una cosa e con il comportamento fanno l’esatto contrario.

Al termine della celebrazione eucaristica, il vescovo D’Alise ha donato agli astanti l’esortazione apostolica postsinodale ai giovani e a tutto il popolo di Dio “ Christus vivit” di Papa Francesco.

Il vescovo con questo dono – ha evidenziato don Silvio Verdoliva direttore dell’Ufficio per l’insegnamento della religione ha invitato gli insegnanti ad approfondirne il suo contenuto per valorizzare l’invito rivolto alla Chiesa affinché ritrovi vigore, un cammino che non può che partire concretamente dai giovani.

Al conferimento del mandato hanno partecipato i nuovi supplenti per l’insegnamento della religione cattolica, cui è previsto l’approfondimento con diversi incontri sulla esortazione apostolica “ Christus vivit” di Papa Francesco.