“JAZZ TRA LE STELLE” ALL’OSSERVATORIO ASTRONOMICO DI CAPODIMONTE

Un Viaggio tra la Musica e la Scienza: il Neapolitan Gipsy Jazz e le osservazioni con i Telescopi

Un Viaggio tra la Musica e la Scienza: il Neapolitan Gipsy Jazz e le osservazioni con i Telescopi

L’appuntamento è per venerdì 17 maggio alle ore 21.00 con Quartieri Jazz new quartet in concerto presso l’Osservatorio Astronomico di Capodimonte (Salita Moiariello, 16 Napoli). Evento realizzato in collaborazione con la sezione napoletana dell’Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF) per una serata all’insegna della valorizzazione del patrimonio scientifico e culturale della città. Un gemellaggio, quello coi centri di cultura, che la band partenopea  promuove con costanza e tenacia da oltre tre lustri, approdando così all’ennesima eccellenza Napoletana.

LA LOCATION

L’Osservatorio Astronomico di Capodimonte è la più grande struttura scientifica dell’Istituto Nazionale di AstroFisica, il principale ente italiano per la ricerca astronomica e astrofisica da terra e dallo spazio, presente nel meridione d’Italia.

Si erge sulla collina di Miradois, un’altura vicina alla reggia di Capodimonte in una posizione invidiabile a circa 150m sul livello del mare, dominando lo splendido panorama della città e del golfo di Napoli.

L’istituzione dell’Osservatorio porta la data del 29 gennaio 1807 e la firma di Giuseppe Bonaparte. L’Osservatorio Astronomico di Napoli, collocato nell’antico monastero di san Gaudioso a Caponapoli, rappresenta la più antica istituzione scientifica napoletana. Nel 1812 per volontà di Gioacchino Murat e dell’astronomo Federigo Zuccari fu posta la prima pietra del nuovo edificio di Capodimonte progettato nelle eleganti forme neoclassiche da Stefano Gasse. I lavori di fabbrica si conclusero nel 1819 e la sera del 17 dicembre fu effettuata la prima osservazione astronomica.

Impegnati nelle varie attività di ricerca, oggi lavorano in Osservatorio oltre 50 persone tra ricercatori, studenti e personale a contratto; inoltre circa 40 unità del personale tecnico e dell’amministrazione, contribuiscono al funzionamento dell’istituto e alla promozione della conoscenza dell’astronomia nella scuola e nella società e alla valorizzazione del suo cospicuo patrimonio storico-culturale.