L’artista sannicolese Melina Cesarano espone nella Mostra “Sguardo a Levante – International Art Exibition”

Il vernissage da domenica 21 luglio 2019, alle ore 19.00, presso la sede espositiva del Centro Culturale Islamico della Grande Moschea di Roma.

L’associazione culturale “Ibdart – Art for Peace in the Mediterranean” con sede a Cisterna di Latina, l’Associazione culturale “Cultura4You” ed il Centro Culturale Islamico della Grande Moschea di Roma hanno organizzato, presso la prestigiosa sede espositiva del Centro Culturale Islamico della Grande Moschea di Roma in Via della Moschea nr. 85 in Roma, la mostra dal titolo: “Sguardo a Levante – International Art Exibition”. La mostra aprirà domenica 21 luglio 2019, con inizio alle ore 19.00 e rimarrà aperta sino a sabato 27 luglio 2019.

L’ingresso alla Mostra è assolutamente gratuita. Le due associazioni culturali, attraverso la conoscenza reciproca e la condivisione di obiettivi e valori comuni, si impegnano in un progetto che ha la finalità di promuovere una cultura ed un dialogo interreligioso per tutti. La mission è quella di incentivare la cultura ed il dialogo interculturale, approfondendo temi quali la calligrafia, la pittura, l’archeologia, le lingue, la letteratura, le tradizioni, la musica, le arti performative.

Le associazione lavorano per il raggiungimento di questi obiettivi con attività di laboratorio, corsi, workshop, visite guidate, passeggiate culturali, eventi e mostre. La mostra vedrà la partecipazione di scultori, pittori, esperti di fotografia e poesia. Ecco, di seguito, categoria x categoria gli artisti partecipanti: SCULTURA: Halla Al Moussi; Gino Dalle Lughe; Antonio Petronzi; PITTURA: Sara Alaa Rizk; Hameed Al Humairy; Ahlam Al Mashadi; Yaqueen Alshadan; Luigi Ballarin; Intsar Boba; Melina Cesarano; Hanan El Zanni; Fatma Damash; Giusy Giustino; Tarek A.Q. Hamadah; Wafa Hussein Atta; Paola Iotti; Teresa Loffrè; Gene Pompa; Ermelinda Ponticello; Angela Rucco; Flora Rucco; Hameda Salh; Kayo Sato.

FOTOGRAFIA: Yehya Baraya; Roberta Fedele; Giuseppe Labisi; Ziyad Matti; Federico Palmieri; Alice Passamonti; Claudia Primangeli; Flora Rucco; Fabrizio Tedeschi.

POESIA: Emad Abdelmohsen; Mariem Al Gehzawi; Mohamed Al Karky; Fateha Benqasem; Marianna Cossentino; Lilly Di Benedetto; Hisham Fayad; Domenica Giaco; Mohamed Ghonem; Dalila Houaui; Assem Megahed; Artemide Napolitano; Antonella Rizzo; Flora Rucco; Magdy Sarhan; Manal Serry; Angela Maria Tiberi; Mohamed Yossef Ismail. La pittrice Melina CESARANO di San Nicola la Strada (CE) sarà presente alla mostra con tre opere pittoriche intitolate: “CLEOPATRA”, “DONNA ARABA”, “TRAMOTO SUL MARE”. Nata a Caserta, sposata con 2 figli, Melina Cesarano lavora in un’impresa di famiglia sin da piccola. Solo nel 2011 inizia il suo percorso artistico-pittorico frequentando per circa 3 anni una bottega d’arte.

Continua la sua formazione da autodidatta, incuriosita nel provare e ricercare stili e tecniche diverse. “La sua capacità di meravigliare e trasmettere emozioni la colloca come uno dei migliori interpreti della bellezza della vita che risulta essere non solo l’espressione creativa di un sentimento ma il risultato di un’intelligenza viva” è quanto hanno scritto di lei da esperti d’arte di “Artetra”. Ha partecipato, sin dal 2012, a numerose collettive in diverse città d’Italia ed a concorsi nazionali e internazionale ricevendo riconoscimenti e numerosi premi, l’ultimo dei quali nella mostra che si è tenuta al Castello del Maschio Angioino, Napoli, dal 22 al 30 novembre 2016 dal titolo: “L’Estro nell’Arte”, Premio Carlo I° D’Angiò.

Per le opere esposte a questa mostra, il critico d’arte Gianni NAPPA ha scritto: “Una pittura semplice e senza bisogni di notorietà; dell’anima, insita nel profondo dell’anima, tirata fuori per rappresentare il proprio sentimento di serenità, di bellezza. La Cesarano, usa colori primi, senza mediazione, istintivamente a campitura del disegno, ma sempre a denotare un esigenza impellente di rappresentare un bello condivisibile, sia che si tratti di una odierna Venere, in tutta la sua bellezza femminile, sia che si tratti di una baia al tramonto dove rimanere incantati a guardare scomparire il sole con la brezza sul viso odor di mare”. La pittrice sannicolese ha vinto il primo Premio al concorso dal titolo: “Artisti Alla Ribalta” che si è tenuto lo scorso mese di maggio presso la Casina Pompeiana della villa comunale di Napoli.