Meteo. Con l’inizio della primavera brusco calo della temperatura

Aria piuttosto fredda portera' instabilita' diffusa e un netto calo termico

La stagione primaverile  si fa attendere. La penisola italiana, infatti, sta per essere raggiunta da una perturbazione perturbazione atlantica associata a una bassa pressione sul mare del Nord .  E’ seguita da aria piuttosto fredda che porterà instabilità diffusa sulle regioni centro meridionali e un netto calo termico su molti settori, soprattutto settentrionali e del medio Adriatico con una diminuzione anche nell’ordine dei 10° in meno rispetto al sabato. L’afflusso freddo sfiorerà solo il Sud della Penisola e durerà fino a mercoledì poi a seguire si andrà verso una progressiva mitigazione.

Lunedì: La perturbazione sfila verso levante interessando ancora il nordest e buona parte del Centro. Nel contempo aria più fredda comincia ad affluire da nordest. Temperature in ulteriore calo al Nord, in graduale calo anche al Centro soprattutto sul medio Adriatico. Stabili al Sud. I valori risulteranno sotto media su buona parte del Nordest e dell’Emilia Romagna. Al nord previste massime tra 13 e 16° più basse su Alpi, Emilia Romagna e Triveneto. Al Centro massime tra 13 e 17°, al Sud tra 15 e 18°, fino a 20° in Puglia.

Martedì: aria più fredda da est affluisce sull’Italia mentre la perturbazione interessa ancora le regioni centrali adriatiche e parte del Sud. Le temperature scenderanno ulteriormente sulle regioni del medio adriatico e parte del Nordest, lieve diminuzione anche al Sud. Al nord previste massime tra 11 e 14° più fredde su Alpi, Emilia Romagna e Friuli. Al Centro massime tra 12 e 15° più fredde sull’Adriatico, al Sud tra 14 e 16°.

Mercoledì: Continua l’afflusso freddo che alimenta una bassa pressione sulle regioni meridionali. Le temperature restano basse al Centro Nord con diversi settori ancora sotto media. Stabili al Sud con valori in media. Al nord previste massime tra 11 e 14° . Al Centro massime tra 11 e 16° più fredde sull’Adriatico, al Sud tra 14 e 17°.

Giorni successivi: L’arrivo dell’anticiclone delle Azzorre comporterà un progressivo aumento delle temperature a iniziare dalle regioni settentrionali, aumento che si propagherà anche al Sud entro il weekend. In analisi un possibile nuovo impulso freddo domenica al Nord.