NAPOLI. La Sirena Partenope come mascotte per l’Universiade di Napoli

La scelta dopo che nei mesi scorsi erano state bocciate diverse soluzioni, tra cui quella di un Pulcinella.

NAPOLI – “La Sirena Partenope è uno dei simboli gentili, belli e storicamente significativi di Napoli. Mi pare che abbiamo imboccato la strada giusta”.

Lo ha annunciato il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, a margine di una conferenza stampa a palazzo Santa Lucia, annunciando la scelta come mascotte per l’Universiade di Napoli della sirena che per la leggenda sarebbe morta nelle acque in cui oggi sorge Castel dell’Ovo, uno dei simboli del capoluogo partenopeo.

La scelta dopo che nei mesi scorsi erano state bocciate diverse soluzioni, tra cui quella di un Pulcinella. “Si sono impiegati dei mesi per interventi strutturali ma ora” – questo l’invito di De Luca – “dobbiamo accelerare sulla promozione dell’evento e la comunicazione per far vivere alla Campania e a tutta l’Italia questo grande evento sportivo che la Regione ha pensato, voluto e finanziato da sola con 270 milioni di euro, 170 diretti e 100 presi dai fondi del governo destinati alla Regione”. In Campania sono attesi a luglio “13mila atleti di 170 Paesi. Dobbiamo valorizzare e promuovere l’evento coinvolgendo la società civile, il mondo produttivo e il turismo”.