Piedimonte Matese: 52enne arrestato per maltrattamenti e lesioni aggravate

Vittime dell'aggressione la sorella e l'anziana madre dell'uomo

PIEDIMONTE MATESE – Nella tarda serata di ieri, i Carabinieri del nucleo operativo e radiomobile del locale Comando Compagnia hanno tratto in arresto, per maltrattamenti in famiglia e lesioni aggravate, un 52enne del luogo.

I militari, in seguito a una segnalazione sono intervenuti presso l’abitazione dell’aggressore. A quanto appreso all’arrivo delle forze dell’ordine l’uomo si trovava in stato di alterazione psico-fisica legata all’abuso di sostanze alcoliche.

Le accuse a suo carico sono quelle di lesioni nei confronti della sorella e dell’anziana madre. Entrambe le donne hanno dovuto fare i conti con la furia dell’uomo.

La sorella, in un primo momento è stata colpita con calci e pugni al capo e al corpo. Non contento di quanto aveva già fatto l’uomo l’ha anche ferita alla mano desta con delle forbici.

Anche l’anziana madre ha riportato ferite alla mano, stavolta quella sinistra, provocatagli dallo stesso corpo contundente.

Le attività d’indagine svolte nella immediatezza dei fatti ha consentito ai carabinieri di accertare che tale aggressione nei confronti delle donne, entrambe sue conviventi, era scaturita per futili motivi e che rappresentava il culmine di reiterati episodi di maltrattamenti, mai precedentemente denunciati, consistiti in violenze fisiche e psicologiche.

Le vittime, trasportate presso il pronto soccorso dell’ospedale civile di Piedimonte Matese, sono state giudicate guaribili rispettivamente la sorella in gg. 25  e la madre in gg 7.

L’arma impropria utilizzata dall’aggressore è sottoposta a sequestro. L’arrestato, è stato associato presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere.