Ennesima aggressione ai danni di una guardia carceraria

Borrelli:” Gli agenti penitenziari devono essere dotati di tutti i mezzi per tenere la situazione sotto controllo. Come mai il garante dei detenuti non esprime solidarietà agli agenti?”

Nella giornata del 12 gennaio, all’interno della Casa circondariale di Poggioreale, un detenuto ha aggredito un agente della Polizia Penitenziaria dopo che gli era stato impedito di accedere in un‘area specifica, dato che il detenuto in questione era un soggetto sotto osservazione, per la propria incolumità.

Il detenuto trentenne napoletano dopo il divieto della guarda gli si è scagliata contro spintonandola e prendendola a calci, in seguito ha provato a strangolarla. Solo l’intervento di altri agenti della Penitenziaria hanno evitato il peggio.

Gestire la realtà delle carceri è molto difficile a causa dell’elevato numero di detenuti e anche perché molti credono di poter trasferire all’interno di esse le regole della strada, le proprie regole, facendo ciò che gli pare. A loro va la nostra solidarietà e ci meraviglia che il neo garante dei detenuti il pluripregiudicato Pietro Ioia non abbia preso le distanze da questi comportamenti violenti e criminali. A Poggioreale la situazione è critica e gli agenti svolgono un lavoro difficile e pericoloso per cui dovrebbero essere dotati dei mezzi tecnologi, Taser e Jamme, che consentirebbero loro di tenere la situazione sotto controllo. ”-ha spiegato il Consigliere Regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli.