AGM Servizi Sanitari 582×215

Processo con rito abbreviato per Mago Ermes accusato di violenza sessuale

Usava sostanze stupefacenti sulla vittima

SANTA MARIA CAPUA VETERE – A breve verrà processato, con rito abbreviato, Mago Ermes, 66enne di Santa Maria a Vico accusato di violenza sessuale nei confronti di una donna. Ad ora il processo non è stato ancora fissato. A seguito delle indagini della Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, affidate ai carabinieri di Maddaloni, la donna, che, dopo una cena a casa del mago, si era svegliata nell’abitazione del mago, intorpidita, senza ricordare nulla della sera precedente. A seguito della cena, si era messa alla guida ma più volte venne colta dal torpore al punto da uscire per 2 volte di strada. Recatasi all’ospedale e dopo essere stata analizzata, le venivano riscontrate tracce di benzodiazepine, sia nel sangue che nelle urine. Partite le indagini erano state evidenziate la presenza di tracce biologiche, rilevanti per accertare un possibile abuso sessuale. L’uomo, secondo la ricostruzione investigativa, dopo aver acquisito un particolare ascendente sulla vittima, garantendole la risoluzione di problemi sentimentali attraverso rituali e sortilegi, la induceva a consegnargli somme di denaro e, successivamente, la induceva vanamente ad avere con lui rapporti sessuali. A fronte dei continui rifiuti, l’indagato riusciva ad invitare la donna a casa e offrendole un aperitivo in cui aveva già sciolto del narcotico (individuato già precedentemente nel sangue della vittima), in quantità tali da cagionarle la perdita dei sensi), le procurava uno stato di incapacità, per poi violentarla.