Professionisti in crisi, il grido d’allarme raccolto dal Rotary Club Terra di Lavoro 1954

Incontro in programma mercoledì 30 ottobre 2019 nella sala assemblee di Confindustria Caserta (ore 15,30)

CASERTA – I professionisti sono in crisi ed il loro grido d’allarme è stato colto dal Rotary Caserta Terra di Lavoro 1954 che ha deciso di mettere tutti attorno ad un tavolo per affrontare la delicata questione della responsabilità professionale. Sarà questo il tema focalizzante dell’incontro in programma mercoledì 30 ottobre 2019 nella sala assemblee di Confindustria Caserta (ore 15,30) e che è stato presentato in conferenza stampa al Comune di Caserta alla presenza del sindaco del Capoluogo Carlo Marino e del presidente del Rotary Caserta Terra di Lavoro 1954 Vincenzo Cappello.

Un incontro, quello di mercoledì, che vedrà, tra gli altri, l’intervento di Raffaele Perrone Donnorso, presidente nazionale dell’associazione nazionale primari ospedalieri e primario emerito dell’Istituto Nazionale Tumori di Roma a cui seguirà una Lectio Magistralis di Adelchi d’Ippolito, Procuratore Aggiunto della Repubblica presso il tribunale di Venezia. Due personalità di rilievo che hanno accolto l’invito del Rotary Caserta Terra di Lavoro 1954 e che renderanno ancora più interessante un dibattito che avrà come protagonisti i rappresentanti dei vari ordini professionali della provincia di Caserta: Erminia Bottiglieri (Medici), Adolfo Russo (Avvocati), Luigi Fabozzi (Commercialisti), Fabrizio Fusco (Architetti), Guglielmo Emanuele (Geologi), Nicola Stabile (Farmacisti), Alberto Valle (Assicurazioni). Interverrà, inoltre, il commissario dell’Azienda Ospedaliera Sant’Anna e San Sebastiano di Caserta Carmine Mariano, mentre le conclusioni saranno affidare ad Alessandro De Donato, presidente del Consiglio Notarile di Santa Maria Capua Vetere e Comitato Unitario Professioni Caserta.

I saluti istituzionali saranno affidati al vice presidente di Confindustria Caserta Beniamino Schiavone, al sindaco di Caserta Carlo Marino, al presidente della Provincia Giorgio Magliocca ed al presidente della Commissione Sanità della Regione Campania Stefano Graziano.