QUESTORE DI NAPOLI DE IESU PROMOSSO A VICARIO DELLA POLIZIA. IL COISP, L’UOMO GIUSTO AL POSTO GIUSTO !

Il Segretario Generale Provinciale del Sindacato di Polizia Coisp, Giuseppe RAIMONDI, ha dichiarato: “Formulo a nome mio e del sindacato che rappresento, al dottor Antonio De Iesu le più vive congratulazioni per la meritata promozione. Ci congratuliamo con l’Amministrazione e con il Ministro Matteo Salvini che hanno scelto per il delicato compito di Vice Direttore Generale, un uomo brillante e di notevole spessore professionale, mai quanto in questo caso l’affermazione “uomo giusto al posto giusto” ha trovato migliore applicazione.

È di poche ore fa la notizia, ampiamente diffusa dai media, della nomina a Prefetto del Questore DE IESU Antonio che andrà a rivestire il delicato compito di Vice Direttore Generale della pubblica sicurezza con funzione vicarie. Il Segretario Generale Provinciale del Sindacato di Polizia Coisp, Giuseppe RAIMONDI, intervenuto sull’argomento, ha tra l’altro dichiarato: “Formulo a nome mio e del sindacato che rappresento, al dottor Antonio De Iesu le più vive congratulazioni per la meritata promozione.

Ci congratuliamo con l’Amministrazione e con il Ministro Matteo Salvini che hanno scelto per il delicato compito di Vice Direttore Generale, un uomo brillante e di notevole spessore professionale, mai quanto in questo caso l’affermazione “uomo giusto al posto giusto” ha trovato migliore applicazione. Molti sono i miei collaboratori, me compreso, che hanno avuto la fortuna di aver lavorato alle sue dipendenze quando era Dirigente dell’Ufficio Prevenzione Generale di Napoli.

Tra rimproveri che si udivano finanche fuori dalle porte della Questura e pacche sulla spalla, ancora oggi li ricordiamo come se fossero un encomio per il lavoro svolto a tutela dei cittadini . Ovviamente non mancano i ricordi sindacali che ci hanno visti come manifestanti di polizia al matrimonio dell’allora ministro Renato Brunetta a Ravello, dove il Dr. De Iesu, Questore di Salerno, è stato un mediatore formidabile riuscendo a stemperare quelle tensioni che la situazione aveva inevitabilmente creato; o ancora quando, nel marzo 2017, già Questore di Napoli, in occasione del nostro Congresso Provinciale, è stato accolto dalla platea di colleghi, tutti in piedi con un lungo applauso di saluto, ringraziamento ma soprattutto rispetto, prima per l’uomo, poi per il poliziotto, infine per l’Istituzione che rappresentava.

Saprà sicuramente apportare il suo valido contributo anche ai vertici della Polizia di Stato. A lui vanno i nostri più sinceri auguri”.