SAN PRISCO. Scaduto il termine della gara servizio di ammissione in piattaforma e conferimento in impianto di trattamento F.O.R.S.U.

di NUNZIO DE PINTO

Scaduto il termine della gara servizio di ammissione in piattaforma e conferimento in impianto di trattamento F.O.R.S.U.

SAN NICOLA LA STRADA – La frazione organica dei rifiuti urbani (comunemente conosciuta come FORSU) rappresenta il 35% circa delle produzione complessiva di rifiuti urbani ed attualmente il 60% circa della FORSU in Italia è destinato alla discarica. Anche il Comune di San Prisco, guidato dal Sindaco Domenico D’Angelo, non avendo sul proprio territorio la possibilità di trattare i rifiuti, è costretto a servirsi di terzi affinché la FORSU venga trasportata in siti appositamente creati a tale scopo. A tale scopo, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti – Provveditorato Interregionale per le Opere Pubbliche per la Campania, il Molise, la Puglia e la Basilicata – Sede Centrale di Napoli – Centrale di Committenza ai sensi dell’art. 38 del D. Lgs. 50/2016 e Stazione Unica Appaltante ex legge 136/2010 – Ente delegato dal Comune di San Prisco (CE) – Ufficio Responsabile Sub S.U.A. 3 di Caserta, ha indetto il bando per l’aggiudicazione, per il periodo 24 mesi, il servizio di “Ammissione in piattaforma e conferimento in impianto di trattamento della F.O.R.S.U. prodotta sul territorio comunale – codice CER 20.01.08 (rifiuti biodegradabili di cucine e mense) e CER 20.02.01 (carta e cartone)” CIG: 70530400BC, per un importo complessivo dell’appalto pari a 586.457,60 euro, oltre IVA ed oneri della sicurezza per rischi da interferenza pari a Zero euro. Il Bando di gara è stato inviato alla G.U.U.E. il 23.08.2017, pubblicato sulla G.U.R.I. n. 97 del 23.08.2017 ed è scaduto venerdì 6 ottobre 2017. Il giorno 25 del mese di OTTOBRE 2017 alle ore 10:00 presso la sede della S.U.A. di Caserta del Provveditorato Interregionale per le OO.PP. per la Campania, il Molise, la Puglia e la Basilicata, Sede Centrale di Napoli, Via Cesare Battisti n. 16 – Caserta, si terrà la prima seduta pubblica di gara. Il numero presunto di tonnellate trattate nei 24 (ventiquattro) mesi sono: per il codice CER 20.01.08 (rifiuti biodegradabili di cucine e mense) 3.264,20 tonnellate; mentre per il Codice CER 20.02.01 (carta e cartone) è pari a 286,76 tonnellate. Il finanziamento proviene da: “Fondi di bilancio di previsione 2017/2018/2019 del Comune di San Prisco (CE), Ente delegante, impegnati con Determinazioni a contrarre dell’Area 2^ LL.PP. e Urbanistica n. 237 del 19.04.2017 e n. 352 del 20.06.2017. Gli Operatori Economici, i Raggruppamenti di Operatori Economici, comprese le Associazioni Temporanee, che in base alla normativa dello Stato membro nel quale sono stabiliti, sono autorizzati a fornire la prestazione oggetto della procedura di affidamento, possono partecipare anche nel caso in cui essi avrebbero dovuto configurarsi come persone fisiche o persone giuridiche, ai sensi del D. Lgs. 50/2016. Sono ammessi, altresì, gli Operatori Economici aventi sede, residenza o domicilio nei paesi inseriti nelle c.d. “blacklist” di cui al decreto del Ministro delle Finanze del 4 maggio 1999 e al decreto del Ministro dell’Economia e delle Finanze del 21 novembre 2001 in possesso dell’autorizzazione rilasciata ai sensi del D.M. 14 dicembre 2010 del Ministero dell’Economia e delle Finanze. Si procederà all’aggiudicazione anche in presenza di una sola offerta valida, purché ritenuta congrua dalla Stazione Unica Appaltante. Il Responsabile Unico del Procedimento è il Dott. Arch. Nicola Di Rienzo – Comune di San Prisco; mentre il Responsabile del Procedimento di gara è il Dott. Sergio Santoro – S.U.A. di Caserta.