SANTA MARIA C.V.. OGGI LA FIRMA DELLA CONVENZIONE TRA COMUNE E REGIONE PER IL POTENZIAMENTO DEL SERVIZIO IDRICO AL CARCERE DI SANTA MARIA C.V..Sgambato: la collaborazione interistituzionale degli ultimi anni ha portato alla soluzione di un problema gravissimo.

Acqua al carcere di Santa Maria, domani la firma della convenzione tra Comune e Regione per l’erogazione delle risorse utili al potenziamento del servizio idrico.
Sgambato: la collaborazione interistituzionale degli ultimi
anni ha portato alla soluzione di un problema gravissimo.

Sarà firmata domani a Napoli la convenzione tra il Comune di Santa Maria Capua Vetere e la Regione Campania per l’erogazione dei fondi, pari a 2 milioni di euro, necessari a finanziare la realizzazione dei quattro chilometri di condotta che porteranno finalmente l’acqua all’istituto penitenziario sammaritano.

Ad annunciarlo l’On. Camilla Sgambato che ha seguito passo dopo passo e con attenzione la vicenda della carenza idrica che attanaglia da anni il carcere di Santa Maria C.V., e sollecitato da tempo le Istituzioni preposte a trovare una soluzione alla stessa.

“La collaborazione interistituzionale messa in campo negli ultimi due anni e che ha visto la partecipazione attiva del Sottosegretario alla Giustizia Gennaro Migliore, dei consiglieri regionali del Pd Stefano Graziano e Vincenza Amato, dell’Assessora regionale alle Politiche Sociali Lucia Fortini, della Garante per i detenuti Adriana Tocco, del Direttore del DAP Santi Consolo, il Provveditore campano del Dap Tommaso Contestabile e della Direttrice del carcere Carlotta Giaquinto, è servita a dare una risposta seria e concreta ad un problema molto avvertito dalla vasta popolazione carceraria e dal personale del penitenziario di Santa Maria C.V.
A seguito dello stanziamento dei due milioni di euro per l’allaccio della rete di distribuzione interna alla casa circondariale alla condotta idrica comunale, deciso dalla Giunta Regionale della Campania lo scorso mese di aprile, domani sarà sottoscritto da Comune e Regione l’atto formale che sancirà il trasferimento delle risorse e l’avvio formale delle procedure per l’affidamento dei lavori, che spero saranno rapidi, che consentiranno di superare una emergenza divenuta nel tempo ordinaria e che ha finito per ripercuotersi negativamente sulle condizioni di carcerati e operatori, in primis di sesso femminile, e sulla loro dignità”, continua la parlamentare del Pd.

“Voglio ringraziare per la sensibilità mostrata ancora una volta verso le condizioni dei più deboli la Giunta regionale, con il presidente Vincenzo De Luca ed il suo vice Fulvio Buonavitacola, gli amici consiglieri regionali Graziano e Amato e tutti coloro i quali si sono spesi per questa giusta causa, perché solo l’impegno comune e la determinazione di ognuno di noi ha consentito di dimostrare che esiste una politica che ha a cuore i problemi del territorio”, conclude Sgambato.