Sequestro di pomodori nella provincia di Caserta

Sequestro di pomodori effettuato nella provincia casertana, dai Carabinieri di Salerno. Molti i prodotti sequestrati anche in provincia di Benevento, tra cui vini non tracciati, nel complesso questo il bilancio complessivo ossia: 1 tonnellata di passata di pomodoro, 400 kg di ‘pomodorini del Piennolo del Vesuvio DOP’, in vasetto e 1.700 litri di vino rosso e bianco Doc sequestrati.

In particolare, in provincia di Caserta, sono state sequestrate 1.650 bottiglie di passata di pomodoro, per oltre una tonnellata di prodotto, per mancata rintracciabilità; 1.100 vasetti di “Pomodorini del Piennolo del Vesuvio DOP”, per un ammontare di 400 kg, poiché munite di etichette non autorizzate dal relativo consorzio di tutela con contestuale diffida al titolare dell’industria conserviera di rietichettare il prodotto.

In provincia di Benevento i militari dell’Arma hanno messo i sigilli a 2.250 bottiglie di vino rosso e bianco DOC (Piedirosso, Aglianico del Sannio e Greco), per 1.700 litri complessivi, in quanto etichettate con indicazioni non consentite dalla legge. Comminate anche 3 sanzioni amministrative per 3.500 euro.  Sequestrate inoltre altre 650 bottiglie di passata di pomodoro per mancata tracciabilità e potenzialmente dannose per la salute. Si parla di circa una tonnellata di prodotto.