Si è concluso con un grande successo il Progetto AGAPE al Chiostro Sant’Agostino

400 partecipanti di 12Regioni, hanno discusso e presentato il progetto, molto ambizioso, che ha incluso due aree tematiche: il contrasto alla violenza contro le donne e l’inclusione delle alunne e degli alunni a rischio di discriminazione.

Davanti a 400 partecipanti (alunni, genitori, docenti) si è concluso sabato mattina, 25 maggio 2019, il Progetto nazione AGAPE presso il Centro culturale del Chiostro di Sant’Agostino di Caserta. Il progetto, molto ambizioso soprattutto perché rivolto alla comunità scolastica di tenera età, ha incluso due aree tematiche: il contrasto alla violenza contro le donne e l’inclusione delle alunne e degli alunni a rischio di discriminazione. Un team di docenti molto motivate ed altrettanto molto preparate lo ha redatto sulla base del principio generale che vede alla base dell’esclusione sociale dello studente una matrice nella discriminazione che a sua volta trae origine dalla carenza di conoscenza del problema e dalla scarsità di momenti idonei a consentire una relazione emotiva tra gli studenti abili e disabili, femmine e maschi, affinché tutti possano vivere un corretto scambio di emozioni e competenze su un piano di reale parità.

La scuola è una comunità educante che accoglie ogni alunno nello sforzo quotidiano di costruire condizioni relazionali e situazioni pedagogiche tali da consentirne il massimo sviluppo anche con riferimento alle competenze relazionali. Tre sono state le scuole casertane che hanno rappresentato Caserta all’interno del Progetto finanziato dal Dipartimento per le Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri e attuato dall’Uciim, associazione professionale di docenti, personale direttivo ed ispettivo, educatori, fondata nel 1944 da Gesualdo Nosengo, la cui coordinatrice per la Regione Campania è stata la dirigente scolastica Rosaria Picozzi Tennerello: l’IC “GIANNONE” e l’ITIS “GIORDANI” del capoluogo di provincia e l’IC “SAN GIOVANNI BOSCO” di Portico di Caserta.

Capofila della rete l’Ic “Giannone” guidato da Maria Bianco. A coordinare i lavori le professoresse Maria Teresa Garofano, Ida Radice, Maria Nicolina Pirozzi, Anna Canzano, Anna Pasquariello, Maddalena Di Carluccio, Palma Piccerillo, Teresa Merola, Annamaria Monaco, Lia Pannitti, Tiziana Pontillo.

La manifestazione è iniziata alle 9.30 con i saluti del sindaco della città, Carlo Marino, dell’Assessore alle Pari Opportunità Maddalena Corvino, delle dirigenti scolastiche Maria Bianco e Antonella Serpico e del dirigente scolastico Salvatore Falco, della coordinatrice regionale Rosaria Picozzi e della storica delle donne Nadia Verdile. È stato davvero emozionante vedere tutti e tre gli Istituti scolastici casertani che hanno presentato, senza alcuna emozione davanti ai loro genitori, insegnanti, presidi, al Sindaco di Caserta, Carlo Marino, ed a tutte le autorità istituzionali partecipanti: canti, balli e monologhi preparati dai piccoli con le proprie insegnanti. Al termine dell’evento, tutti i presenti omaggiati di una splendida rosa.

Presente anche una delegazione dell’associazione Celebration Italia che ha dato una mano alle insegnanti nell’allestimento della sala.