Si è svegliato dal coma il 13enne investito in sella alla sua bici

Nelle mani della giustizia il caso dell'investimento automobilistico su Viale Carlo III nel tratto di San Nicola La Strada

Dopo il grave incidente che il 17 ottobre scorso ha coinvolto un ragazzino di 13anni in quel di San Nicola La Strada (CE), arrivano buone notizie. Si tratta di un giovane extracomunitario che, mentre era alla guida della sua bicicletta su Viale Carlo III, è stato travolto da un’autovettura in corsa. L’incidente quasi mortale avveniva intorno alle ore 19:00 di quattro giorni fa. Dapprima soccorso dagli automobilisti di passaggio sull’arteria che conduce alla Reggia di Caserta, è stato trasportato in codice rosso al Pronto Soccorso di Caserta.

Ricoverato d’urgenza in rianimazione in coma farmacologico, ha suscitato l’apprensione di molti. “Lui è Mamadou – scrivono sui social gli amici – Frequenta con la sua sorellina il nostro doposcuola gratuito (presso la Parrocchia locale), ma non la nostra Chiesa. È il ragazzo che martedì sera è stato investito da un’auto“.

Ieri sera – continua il post – l’ho visitato in sala rianimazione dove è tenuto in coma farmacologico a causa di un grave trauma cranico. Le sue condizioni mi fanno chiedere a chiunque voglia pregare il Padre nel nome del suo figlio Gesù Cristo, di manifestare un miracolo per la potenza dello Spirito Santo. Dio solo può ogni cosa. Condividete e preghiamo insieme”.
A quanto pare le preghiere tanto richieste sono servite. Da poco Mamadou è fuori pericolo ed ha riaperto gli occhi. Al risveglio, confuso, aveva accanto a se la mamma. I medici del reparto lo hanno rassicurato e ben presto potrà perciò ritornare in sella alla sua bicicletta. Intanto rimane solo da chiarire la dinamica dell’accaduto. Sono in corso le indagini e un nuovo fascicolo si è aperto a Caserta per “tentato omicidio stradale“.