Sindaco del milanese offende Napoli. Verdi. Ancora una volta luoghi comuni contro di noi. Denunciamo il primo cittadino di Cesano Maderno

“Vogliamo correre il rischio di dare visibilità a Maurizio Longhin, sindaco di Cesano Maderno, nell’entroterra milanese, ma non possiamo non condannare le sue parole, chiedendo le scuse immediate per aver tirato in ballo la nostra città definendola la peggio Napoli”.

Lo hanno detto il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, e Gianni Simioli de La radiazza, per i quali “Longhin è solo l’ultimo di una serie di Sindaci che, invece di preoccuparsi di risolvere i problemi delle città che amministrano, perdono tempo a offendere Napoli e i napoletani prendendoli come esempi negativi, dimostrando, in questo modo, tutta la loro ignoranza”.

“Nessuno nega i problemi di Napoli, che evidenziamo e combattiamo ogni giorno, ma di certo non è giusto prendere la nostra città come esempio negativo così come fanno certi Sindaci che non riescono ad andare al di là degli stereotipi” hanno aggiunto Borrelli e Simioli per i quali “purtroppo questo è anche il risultato della pessima immagine di Napoli che arriva da fiction Gomorra che raccontano solo il peggio della nostra città, dimenticando quanto di bello e positivo c’è”.

“E’ chiaro che, in assenza delle scuse immediate, chiederemo al team di avvocati dei Verdi di avviare azioni legali per chiedere un risarcimento dei danni derivanti da parole offensive come quelle usate da Longhin” ha concluso Borrelli.