Vertenza Whirlpool al Mise: le proposte concrete della Regione Campania

La proposta della Regione prevede – afferma l'Assessore Sonia Palmeri - un accordo di programma da 20 milioni di euro

Si è tenuto oggi il tavolo convocato al Mise sulla vertenza della Whirlpool di Napoli.

«Alla presenza del Ministro dello Sviluppo Economico Patuanelli, – sottolinea Sonia Palmeri, Assessore Regionale al Lavoro presente all’incontro odierno a Roma – che ha affermato di non avere strumenti per la risoluzione della vertenza, la Regione Campania si è presentata con una proposta solida, concreta e attuabile, la stessa annunciata dal Presidente De Luca nel corso del Consiglio Regionale monotematico del 6 novembre 2019».

«Tale proposta prevede – prosegue Palmeri – un accordo di programma da 20 milioni di euro, il coinvolgimento di INVITALIA e Confindustria, un programma di formazione e riqualificazione del personale, una linea di priorità per l’applicazione dei vantaggi fiscali relativi alla presenza in Area ZES (zona economica speciale) e finanziamenti per Investimenti in ricerca & sviluppo».

«La proposta – conclude l’Assessore Regionale al Lavoro – è stata accolta con favore dalle organizzazioni sindacali presenti, nazionali e territoriali che insieme ai lavoratori stanno lottando con coraggio e sacrificio per mantenere in vita il sito Whirlpool di via Argine. L‘azienda ha dichiarato la propria disponibilità a partecipare ad un tavolo con le istituzioni, il Ministro ha rimandato ad una plenaria al 20 gennaio. La Regione Campania, intanto, sarà sempre concretamente al fianco dei lavoratori».