ULTIM’ORA CORONAVIRUS – Marotta annuncia il terzo caso positivo, si tratta di un 76enne ricoverato in gravi condizioni

Le condizioni dei due precedenti casi positivi al COVID-19 sono in via di miglioramento

SAN NICOLA LA STRADA – Accertato il terzo casi di positività al COVID-19 a San Nicola la Strada. A darne la notizia è stato lo stesso Sindaco, Vito MAROTTA, pubblicando la notizia sul suo post: “Mi è stata comunicata stanotte Notte fra domenica e lunedì 6 aprile 2020, ndr.) la notizia spiacevole di un terzo caso di Covid-19 nel territorio di San Nicola la Strada. Si tratta di una persona anziana, di 76 anni, con febbre alta e con patologie pregresse che rendono particolarmente difficile il suo caso. A lei e ai suoi familiari la mia personale solidarietà e l’augurio di superare positivamente la malattia.

Le misure di precauzione sono state adottate tempestivamente e con particolare attenzione: la quarantena è stata estesa anche ai familiari non conviventi, e l’ASL sta sottoponendo a ricerca epidemiologica i contatti man mano che viene ricostruita la rete di rapporti. Stiamo facendo tutti gli sforzi per mantenere sotto controllo la situazione sanitaria nel nostro Comune, che risulta finora soddisfacente. Per gli altri due concittadini ricoverati, non ci sono novità di rilievo: le loro condizioni sono stazionarie e speriamo possano migliorare.

Continuerò a tenervi informati man mano che giungono le informazioni ufficiali”. Il primo caso di COVID-19 venne annunciato sempre dal primo cittadino “…. nella serata di martedì, 23 marzo 2020, sono stato avvisato dalla Protezione Civile regionale, prima, e dalla ASL di Caserta, successivamente, che una donna residente in San Nicola la Strada era stata ricoverata presso l’Ospedale di Maddaloni in quanto è stata trovata positiva al test del COVID19”. Il sindaco rassicurò tutti dicendo che la donna non si trovava in condizioni critiche ed ha poi contattato i familiari della stessa che, sin dall’inizio del mese di marzo hanno osservato tutte le prescrizioni dettate dalla Giunta regionale della Campania.

Ciò nonostante, il primo cittadino ha chiesto formalmente all’ASL, in via precauzionale, che venissero effettuati i tamponi a tutti i familiari della donna. In ogni caso, il Servizio sanitario avviò la ricostruzione dei possibili contatti per monitorare e sottoporre ad eventuali accertamenti tutte le persone a rischio. Tutto questo lavoro sta avvenendo con il massimo impegno, ma sottotraccia e in forma assolutamente anonima e riservata. Il secondo caso venne accertato nel corso della giornata di martedì, 31 marzo 2020, quando fu comunicato alla cittadinanza, sempre dal primo cittadino, che l’ASL di Caserta aveva individuato il “secondo” cittadino positivo al testo del COVID-19.

L’uomo, un 79enne che presentava anche altre patologie pregresse e già in precedenza usciva raramente di casa, era in isolamento rigido dal 9 marzo scorso, ovvero da quando aveva avvertito i primi sintomi ed era stato ricoverato un paio di settimane fa all’Ospedale S. Anna e San Sebastiano di Caserta in condizioni piuttosto gravi. Le condizioni dei primi due positivi è in netto miglioramento.