Volalto. Lettera aperta al direttore de “Il Mattino”. Ecco perché non funziona il sano giornalismo

Egregio direttore, Le vogliamo raccontare l’ultima che ha fatto il suo giornalista che segue anche il campionato di Volley femminile A1. Da qui le critiche piovute sui social all’indirizzo de “Il Mattino” che non redige un articolo per l’unica squadra del centro-sud che milita nella massima serie.

Fortunatamente, come avrà avuto modo anche Lei di leggere, ci sono altre testate nazionali che portano in alto il nome della Volalto 2.0 Caserta. A noi questa disattenzione, però, dispiace – e non poco – anche se comprendiamo, sia ben chiaro, questa precisa scelta editoriale. Ma torniamo al giornalista. Che si presenta con area spavalda al PalaVignola, senza accreditarsi, con il quasi tutto esaurito al botteghino, in occasione della gara casalinga con il Conegliano. Il personale addetto agli accrediti, essendo nuovo e non conoscendo i “pezzi da 90”, lo ferma per chiarimenti. Lui, di rimando, alla presenza di 5/6 nostri addetti oltre che di un gruppo di tifosi, minaccia tutti dicendo che, in caso di mancato ingresso, avrebbe cominciato una campagna giornalistica denigratoria contro la Golden Tulip Volalto 2.0 Caserta dalle colonne de “Il Mattino”. Gli stessi addetti si attivano per capire chi fosse questo Signore e la società, non appena avvisata, immediatamente dà l’ok per il suo ingresso al Palazzetto.

Sempre lo stesso giornalista si ripresenta al PalaVignola, in occasione della gara casalinga con il Saugella Monza, si siede quasi nel campo e, inspiegabilmente, dopo la schiacciante vittoria della Golden Tulip Volalto 2.0 Caserta non scrive il giorno dopo  una sola riga su di un risultato, per noi, così importante. Nel frattempo i tifosi si scatenano sui social, con critiche a “Il Mattino” che, nemmeno il giorno dopo, riporta un solo commento sulla eccellente prestazione della Golden Tulip Volalto 2.0 Caserta.
Fatta questa dovuta premessa, anche per far capire ai lettori di cosa stiamo parlando, siamo sicuri che l’errore è in capo al giornalista, che evitiamo di nominare vista anche la sua età; errore, però, che ha ripercussioni sul quotidiano che quest’ultimo rappresenta.

Caro direttore, ci permettiamo, allora, di esprimere un nostro concetto: non è corretto nei suoi riguardi e nei nostri riguardi questo tipo di comportamento. Siamo profondamente rammaricati del fatto che il quotidiano da Lei diretto, che è senza dubbio alcuno il più prestigioso della Campania, venga trattato male sui social. Parimenti dobbiamo, però, riconoscere che altre autorevoli testate nazionali, che non stiamo qui ad elencare, danno ampio spazio e visibilità alla Golden Tulip Volalto 2.0 Caserta senza chiedere nulla in cambio. Il nostro dovere, caro direttore, è stato fatto nei Suoi confronti e nei confronti di quei giornalisti che vivono e combattano per il rispetto delle regole.