“A Castel Volturno è piena emergenza rifiuti”

Gravissimo ritardo del nuovo sindaco: a un mese dalle elezioni ancora non sono state assegnate le deleghe agli assessori. Oliva: “Abbiamo già provveduto a contattare gli uffici regionali”

E’ già passato un mese dalle elezioni e Castel Volturno è ancora in un limbo. Il sindaco Luigi Petrella ha nominato gli assessori, ma incredibilmente non ha ancora distribuito le deleghe. Tutto ciò a causa di giochi di potere all’interno della maggioranza e di insulsi equilibri politici rotti già in partenza. A farne le spese sulla carta sembra essere la Lega, al momento rimasta senza assessore.

“In realtà, nella pratica, a pagare le conseguenze di questa situazione surreale sono tutti i cittadini di Castel Volturno – dichiara Nicola Oliva, leader del movimento “maneEmane” e capogruppo in consiglio di “100 Volti per la Svolta” -. Siamo in piena emergenza rifiuti, con cumuli in ogni angolo della città. Con il caldo asfissiante di questi giorni, le persone devono dividersi tra la puzza di spazzatura e quella di bruciato.

Ebbene si, perché tanti delinquenti ne stanno approfittando per dare fuoco proprio a questi cumuli forse pensando di trovare una soluzione “fai da te” al problema, il che rende la situazione ancora più grave. In questo periodo estivo c’è urgente bisogno di un piano straordinario di gestione dei rifiuti, ma senza l’assessore competente è impossibile metterlo in piedi. E il risultato è sotto gli occhi di tutti”.

Ma non c’è solo il problema rifiuti. Tanti cittadini lamentano la carenza del servizio trasporti. “Da qualche giorno l’azienda regionale di trasporti non riesce ad erogare un servizio all’altezza, con gravi ripercussioni sul nostro territorio e sui nostri concittadini, costretti a muoversi con mezzi alternativi”, commenta Anastasia Petrella.

“Bisogna recarsi in Regione e parlare con i referenti dell’Assessorato ai Trasporti e poi direttamente con l’azienda di mobilità. Bisogna far capire loro le esigenze “vitali” della nostra cittadinanza. Il problema non è tanto una mancanza di capacità della Giunta – continua Anastasia Petrella – quanto piuttosto la carenza di interlocutori, in quanto gli incarichi ufficiali non sono stati ancora assegnati dal nuovo sindaco, e questo è ancora più grave”.

“Considerata l’assenza di interlocutori cittadini, il nostro gruppo, seppur in opposizione, ha deciso di farsi carico delle istanze della cittadinanza relativamente alle tematiche trasporti e rifiuti. Abbiamo già attivato dei contatti a livello regionale e in settimana contiamo di recarci personalmente presso gli uffici della Regione a spiegare la situazione”, conclude Oliva. Considerate le varie emergenze è chiaro che la Città non può più aspettare. I tempi degli accordi politici è ormai finito, le persone di Castel Volturno chiedono a gran voce di avere qualcuno a cui poter esporre le proprie problematiche.