Aversa: botti di Capodanno, ricoverata una ragazza

La sciagura dei proiettili vaganti

Aversa-Una ragazza di soli 19 anni, in provincia di Caserta, a Teverola, è stata colpita all’addome da un colpo di proiettile vagante mentre assisteva allo spettacolo dei fuochi d’artificio per il nuovo anno. Tradotta presso il nosocomio di Aversa in codice rosso è stata prontamente ricoverata e si apprende che non sia in pericolo di vita.
Sempre nel Casertano si registrano ricoveri ospedalieri per un 24enne di Maddaloni con una prognosi di 15 giorni, e per un 58enne di San Nicola La Strada con una prognosi di 10 giorni.
I feriti, invece, a Napoli sono addirittura 50. Due ragazzi di Fuorigrotta sono stati colpiti da razzi alla schiena, molti riportano ustioni gravi alla mano destra, uno di loro ha addirittura subito un’amputazione.
Purtroppo quello che viene vissuto come innocente folklore si traduce ogni anno nell’ennesima manifestazione di ignoranza e inciviltà. Esplosione di colpi di arma da fuoco e acquisto di botti illegali sono da sempre le prime cause di incidenti in Campania il primo giorno dell’anno.
Si ricorda ai lettori di non raccogliere a mano nuda botti inesplosi ed eventualmente bagnarli prima della rimozione al fine di evitare ulteriori incidenti.