Battaglione Mezzi Mobili Campali della SCUCOM di Maddaloni presso campo sportivo di Sant’Agata dei Goti

La Scuola di Commissariato dell’Esercito Italiano, con sede in Maddaloni (CE), di cui è comandante il Gen. Francesco RICCARDI, schiererà il Battaglione Mezzi Mobili Campali. Il tutto nel quadro dell’ “Open Day” aperto a tutte le scuole di ogni ordine e grado del Comune di Sant’Agata dei Goti martedì 24 settembre 2019 alle ore 11:00 presso il campo sportivo comunale.

MADDALONI – Martedì 24 settembre 2019, con inizio alle ore 11.00, presso il campo sportivo di Sant’Agata dei Goti, la Scuola di Commissariato dell’Esercito Italiano, con sede in Maddaloni (CE), di cui è comandante il Gen. Francesco RICCARDI, schiererà il Battaglione Mezzi Mobili Campali.

Il tutto nel quadro dell’ “Open Day” aperto a tutte le scuole di ogni ordine e grado del Comune di Sant’Agata dei Goti. Vedremo all’opera il forno campale, le cucine, la lavanderia, i bagni e le doccia che normalmente vengono impiegate per le esigenze della Forza Armata durante le missioni internazionali o nel caso di pubbliche calamità vedi terremoti, alluvioni etc….

Per la cronaca attualmente il Battaglione Mezzi Mobili Campali ha sede nella Caserma Mauro Magrone di Maddaloni al comando del Tenente Colonnello Antonio CANELLI, organicamente alle dipendenze del Vice Comandante della Scuola Col. Domenico D ISA. L’integrità paesaggistica del centro storico e dei borghi rurali circostanti hanno procurato a Sant’Agata de’ Goti il soprannome di “perla del Sannio”.

La ridente cittadina situata alle falde del Monte Taburno conta 11.000 residente ed il centro storico da novembre 2012 fa parte del circuito de 2I borghi più belli d’Italia”. Il Battagliole Mezzi Mobili Campali della Scuola di Amministrazione e Commissariato è il cardine di tutte le missioni di pace all’estero, ed è l’unico Reparto dell’Esercito Italiano designato a soddisfare le esigenze di vettovagliamento dei nostri militari, grazie al suo centro di formazione specializzato per l’addestramento dei militari operanti nel settore specifico (cucinieri, panificatori, macellai, pasticcieri, etc…).

Nel corso della giornata, verranno inoltre illustrate, con l’ausilio di attività dimostrative, le caratteristiche tecniche ed il funzionamento pratico, dei vari mezzi e dei complessi campali in dotazione al Reparto, fra cui una cucina e panificio shelterizzati.

La cucina si compone di due moduli, per la cottura e la preparazione dei pasti; è riccamente dotata di “elettrodomestici” ed è ottimizzata per la preparazione di 400 – 600 pasti al giorno. L’impianto per la panificazione, invece, è realizzato in container, dotato di impastatrice e porzionatrice elettrica, cella di lievitazione e mini frigorifero, accessori per la panificazione. Entrambi i mezzi sono di importanza strategica nelle missioni militari di Peacekeeping in quanto in grado di soddisfare i bisogni primari delle popolazioni particolarmente vessate da conflitti interni.

In definitiva, non esiste teatro operativo all’estero che non disponga dei mezzi e del personale della Scuola di Maddaloni, che ci vengono invidiati anche dagli alleati, i cui militari, spesso e volentieri, vengono a mangiare presso i nostri reparti dove si gusta la migliore cucina italiana preparata dai migliori cuochi militari.