Caserta – Il Sindacato CISAS comunica che la polizzadegli infortuni domestici scade il 15 ottobre 2019

Il premio da pagare per l’intero anno è di Euro 24, mentre per chi ha versato nello scorso mese di Gennaio l’acconto previsto, il saldo è di Euro 11,09.

CASERTA – La Segreteria della Confederazione CISAS ricorda che il 15 Ottobre 2019 scadrà il termine di pagamento della polizza sugli Infortuni Domestici presso INAIL. Il premio da pagare per l’intero anno è di Euro 24, mentre per chi ha versato nello scorso mese di Gennaio l’acconto previsto, il saldo è di Euro 11,09.

La Segreteria della Cisas precisa che il premio è a totale carico dello Stato per coloro che sono in possesso dei requisiti previsti per essere esonerati:
– Reddito complessivo lordo ai fini Irpef non superiore a Euro 4.648,11;
– Appartenenza a Nucleo Familiare con reddito fino a Euro 9.296,22.
La legge 3 dicembre 1999, n. 493 ha istituito una polizza assicurativa contro gli infortuni domestici che riconosce e valorizza chiunque, donna o uomo, impieghi le proprie energie in maniera abituale, esclusiva e gratuita, nell’ambito domestico.

I decreti ministeriali del 15 settembre 2000 danno attuazione alla legge, che ha finalità di prevenzione e risarcitorie, e dal 1° marzo 2001 l’assicurazione entra in vigore e la gestione viene affidata all’Inail. Con il successivo decreto ministeriale del 31 gennaio 2006 l’assicurazione viene estesa anche ai casi di infortunio mortale mentre la legge n. 296 del 27 dicembre 2006 abbassa dal 33% al 27% la soglia di invalidità riconosciuta per gli infortuni occorsi a partire dal 1° gennaio 2007.

Con la legge n.145 del 31 dicembre 2018 sono state apportate ulteriori modifiche a decorrere dal 1° gennaio 2019: innalzamento da 65 anni a 67 anni di età per la tutela assicurativa; abbassamento del grado di inabilità permanente dal 27% al 16%; corresponsione della prestazione una tantum per i gradi di inabilità accertata compresi tra il 6% e il 15%; riconoscimento dell’assegno per l’assistenza personale continuativa ai titolari di rendita di cui all’articolo 76 del testo unico n.1124 del 1965.

E’ obbligato ad assicurarsi contro gli infortuni in ambito domestico colui che:
ha un’età compresa tra i 18 e a decorrere dal 1° gennaio 2019 i 67 anni compiuti;
svolge il lavoro per la cura dei componenti della famiglia e della casa;
non è legato da vincoli di subordinazione;
presta lavoro domestico in modo abituale ed esclusivo.

L’ambito domestico coincide con l’abitazione e le relative pertinenze (soffitte, cantine, giardini, balconi) dove risiede il nucleo familiare dell’assicurato. Se l’immobile fa parte di un condominio, si considerano come ambito domestico anche le parti comuni (androne, scale terrazzi, ecc.). Rientrano anche tra i luoghi tutelati le residenze temporanee scelte per le vacanze, a condizione che si trovino nel territorio italiano. Non è tutelato, invece, l’infortunio in itinere. Matrimonio, parentela, affinità, adozione, tutela, vincoli affettivi e coabitazione sono i criteri che definiscono, ai sensi della legge 493/1999, il nucleo familiare rispetto ad altre esperienze di vita insieme.