Caserta – RSU e FIADEL Caserta indicano le prime assemblee per il 28 gennaio e 1 febbraio prima di proclamare stato di agitazione

I lavoratori del cantiere di igiene urbana di Caserta sono ancora senza stipendio e tantomeno l’azienda ha fornito informazioni utili a riguardo

CASERTA – Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa fattoci pervenire dalle R.S.U. del Cantiere di Igiene Pubblica di Caserta, unitamente alla Segreteira provinciale Caserta del Sindacato FIADEL: “La previsione che avevamo fatto, in merito alla regolarità dei pagamenti, si è rilevata esatta. Infatti, i lavoratori del cantiere di igiene urbana di Caserta sono ancora senza stipendio e tantomeno l’azienda ha fornito informazioni utili a riguardo.

La pazienza ha un limite, noi l’abbiamo abbondantemente superato. Per questo motivo siamo giunti ad una decisione dura, decisa e senza possibilità di contrordine, annunciando, come prima cosa, le prime due assemblee, prima di proclamare lo stato di agitazione del personale dipendente. Diverse le proteste che abbiamo in mente di programmare, alcune piuttosto clamorose, nel caso in cui non si arrivi ad una soluzione definitiva e certa della vertenza che si trascina ormai da mesi.

La notizia, giunta solo oggi, che l’azienda non sarebbe in grado di onorare il pagamento degli stipendi, a causa della scadenza del documento unico di regolarità contributiva (DURC), l’imminente pronuncia del TAR che potrebbe ribaltare la situazione oppure addirittura aggravarla, rende ormai la gestione di questo appalto INTOLLERABILE.

Giunti a questo punto, riteniamo sussistenti le ragioni per chiedere al Comune di provvedere in tempi rapidi all’applicazione dei poteri sostitutivi, esercitando il pagamento diretto delle retribuzioni, unica soluzione valida che può scongiurare una protesta di notevoli dimensioni. La storia è lunga e dolorosa soprattutto per gli stessi lavoratori, che hanno prestato la propria opera inconsapevoli di tutti i problemi che aveva l’azienda.

Abbiamo atteso abbiamo mostrato disponibilità nelle trattative, ma ora ogni tempo possibile è scaduto”. L’arco è teso la freccia sta per essere scoccata: buone feste certamente, ma intanto i sindacati sono usciti dai confini della pazienza quasi infinita, braccia incrociate per due ore il 28
gennaio 2020. F.to LE R.S.U. CANITERE R.S.U. CASERTA, UNITAMENTE ALLA SEGRETERIA PROVINCIALE FIADEL”.