Caserta: “Uno Psicologo in ogni scuola”

Convegno "Legge Carelli" al Liceo Statale "A.Manzoni"

Caserta. Si è tenuto questa mattina alle 10.30, presso il Liceo Statale “A.Manzoni”, il convegno sulla “Legge Carelli”, di cui l’Onorevole Emilio Carelli è promotore. Si tratta, infatti, di una proposta di legge per l’istituzione del servizio di psicologia scolastica a livello nazionale, prevedendo lo psicologo strutturato a tempo pieno all’interno delle scuole di ogni ordine e grado.

Ha introdotto l’evento, la padrona di casa, la Preside Adele Vairo che, nell’Aula Magna dell’istituto, dinanzi alla presenza di una rappresentanza di studenti degli indirizzi Liceo Economico Sociale e del Liceo delle Scienze Umane, (che hanno nel curriculum la psicologia), ed in diretta streaming in tutte le altre classi ed indirizzi dell’Istituto, ha invitato i ragazzi alla cultura e alla coscienza di sé.
Coscienza di sé che può e deve essere presa anche grazie all’istituzione della figura professionale dello Psicologo scolastico a tempo pieno.
Come ha illustrato l’Onorevole Carelli, la pandemia ha aggravato situazioni di disagio preesistenti, e addirittura creato nuove situazioni che provocano nei giovani ansia, depressione, autolesionismo, bullismo, cyberbullismo, etc.
L’idea è nata qualche mese fa, ma grazie proprio alla pandemia, è nata la necessità di accelerare i tempi, e l’Onorevole, raccontando un episodio accaduto nella scuola frequentata dai figli, dove un ragazzino di seconda media, in seguito ad un rimprovero, si è lanciato dalla finestra, (per fortuna cavandosela con fratture guarite in pochi mesi), ha identificato anche il momento esatto in cui è subentrata tale esigenza, presentando la legge alla camera dei deputati, ed attualmente in attesa di essere calendarizzata.
Lo scopo della “Legge Carelli” è quello di contenere situazioni di disagio, che se gestite, con l’aiuto dello psicologo scolastico, possono essere risolte senza degenerare in situazioni più gravi, inoltre anche per determinate comunicazioni scuola-famiglia nel caso di problemi comportamentali o di apprendimento, la figura dello psicologo sarebbe di supporto.
Il convegno è stato moderato da Claudio Coluzzi, caporedattore de “il Mattino di Caserta”.
È intervenuto l’Avvocato Giovanni Mastroianni, che ha evidenziato l’importanza dell’educazione all’emozione, poiché gli adolescenti vivono il momento più difficile della loro vita, sentendosi spesso inadeguati per la fase dell’età che attraversano, e ha sottolineato l’importanza della figura professionale dello Psicologo in pianta stabile all’interno della scuola, come amico, senza alcun pregiudizio, perché chi si rivolge ad uno Psicologo non è una persona debole, ma una persona forte che vuole conoscere il proprio limite e vuole affrontarlo e superarlo, perché ognuno ha il proprio lato debole e solo chi ha la forza di affrontarlo riesce a migliorarsi.
Il Presidente Regionale dell’ANP della Campania, Francesco De Rosa ha sottolineato che un primo esperimento di Psicologo nelle scuole è già stato fatto in seguito alla pandemia, con il protocollo d’intesa, per far fronte a traumi e disagi derivati dall’emergenza COVID-19 e che ha ottenuto un grande successo ma che ora va messo in pianta stabile, con l’approvazione della “Legge Carelli” poiché lo stress da lavoro, che vale per studenti, insegnanti, dirigenti e tutta la grande famiglia dell’ambiente scolastico, può sfociare in depressione facilmente. E, durante il convegno, ha lanciato l’idea di una raccolta firme per l’approvazione della Legge.
Negli interventi del Presidente dell’ordine degli Psicologi della Regione Campania, Armando Cozzuto, e del Consigliere Tesoriere Angelo Rega, referente del gruppo di lavoro Scuola, è stato rafforzato il concetto che lo Psicologo si occupa delle emozioni, e che aiuta a tirar fuori delle cose che sarebbe difficile tirare fuori da soli, ricordando che l’Ordine è da tempo impegnato su questo fronte a livello regionale e che in piena emergenza Covid ha lavorato per rendere concreto sul territorio il protocollo d’intesa che ha consentito a 699 istituzioni scolastiche campane di vedere la presenza dello psicologo al loro interno, per 80 ore, creando una rivoluzione e che ora si sta battendo per rendere la figura stabile all’interno dell’istituzione stessa.
Il Professor Giuseppe Scialla, garante dei Diritti dell’Infanzia e dell’adolescenza della Campania, ha esortato gli alunni presenti all’evento all’istruzione e alla formazione personale, perché l’istruzione è l’arma migliore.
La partecipazione degli alunni è stata attiva e coinvolgente, con la presentazione di domande interessanti a cui hanno risposto l’Onorevole Carelli, Presidente Cozzuto ed il Consigliere Tesoriere Rega.