CORONAVIRUS – Gara di solidarietà nel donare beni di prima necessità per i cittadini in difficoltà

È partita a San Nicola la Strada la raccolta di beni di prima necessità consegnati nel cosiddetto “Carrello solidale”. Servono beni di prima necessità ovvero pasta, latte a lunga conservazione, farina, biscotti, olio, zucchero, caffè, pomodori, sugo e altri prodotti in scatola come i legumi e soprattutto qualche prodotto pensato per la gioia dei più piccini

SAN NICOLA LA STRADA – È stato istituito presso l’ingresso dei supermercati di San Nicola la Strada il servizio di raccolta di beni di prima necessità da fornire ai cittadini in difficoltà. Il “Carrello solidale” è stata l’idea immediata e pratica già avanzata da numerosi cittadini, da FI, è realizzata dal Comune di San Nicola la Strada, su imput dell’Assessorato alle Politiche Sociali, in collaborazione con il nucleo comunale di Protezione Civile e le comunità parrocchiali di Santa Maria degli Angeli e Maria Santissima della Pietà, per stare vicino alle famiglie che potrebbero avere difficoltà nel garantire un piatto a tavola in queste settimane tremende.

E dobbiamo farlo tutti, ovvero tutti quelli che possono permetterselo. Facciamo prevalere il nostro senso di comunità e solidarietà e mentre facciamo la spesa acquistiamo un pò di prodotti di prima necessità da donare. Nei pressi delle casse di ogni supermercato sannicolese ci sarà un carrello o una postazione dove ognuno potrà lasciare i prodotti che intende offrire. Servono beni di prima necessità ovvero pasta, latte a lunga conservazione, farina, biscotti, olio, zucchero, caffè, pomodori, sugo e altri prodotti in scatola come i legumi e soprattutto qualche prodotto pensato per la gioia dei più piccini. Da subito, senza rimandare a domani.

A tutti i cittadini che invece ne sentano la necessità, l’accorato appello è quello di mettersi in contatto con Comune e non indugiare a chiedere l’aiuto. È GARANTITO L’ANONIMATO ed è una iniziativa fatta con il cuore. In una situazione come questa, tutti potremmo essere in difficoltà, come ha detto il Santo Padre: “Nessuno si salva da solo. Su questa barca ci siamo tutti. E ci siamo accorti che non possiamo andare avanti ciascuno per conto suo. Ma solo insieme”.

Facciamo appello allo stesso modo al servizio istituito dal comune di fornirci informazioni settimanali su quanto è stato raccolto e su cosa serve di più, al fine di permetterci di dare notizie più dettagliate, magari rispetto alle reali esigenze, ai cittadini che vogliono donare o ricevere.