GRAZZANISE: TRUFFE AGLI ANZIANI: I PREZIOSI CONSIGLI DEL CAP. MACRI’

Larga partecipazione all’incontro con l’Arma dei Carabinieri promosso dal CPAP

GRAZZANISE – «L’incontro con l’Arma dei Carabinieri, promosso dal Centro Polivalente Anziani e Pensionati “Nicola D’Abrosca” e svoltosi nel pomeriggio di giovedì 2 maggio, presso la sede del Centro, ha fatto registrare un’attenta partecipazione istituzionale e popolare. Argomento centrale del dibattito il diffuso e grave fenomeno delle “truffe agli anziani”, affrontato in termini di prevenzione e dunque a monte dell’attività investigativa e repressiva che la Benemerita tenacemente svolge anche sul nostro territorio. Protagonista principale dell’iniziativa il capitano Emanuele Macrì, comandante della Compagnia dei Carabinieri di Santa Maria C.V., accompagnato dal maresciallo capo Luigi De Santis, comandante della Stazione di Grazzanise. Il sindaco dr. Vito Gravante, introducendo i lavori, ha detto fra l’altro: “I nostri cittadini hanno bisogno di alcuni supporti che possono venire sicuramente dall’Arma dei Carabinieri che darà una spiegazione esaustiva e soprattutto indicazioni che ci mettano in guardia, rendendoci edotti di quello che ci può capitare in questo mondo che si è trasformato e nel quale un variegato sistema truffaldino spesso trova come facili bersagli gli anziani”. E il capitano Macrì ha onorato l’auspicio con evidente passione e competenza professionale, illustrando, nel corso del suo robusto intervento iniziale, le insidiose dinamiche ricorrenti, gli stratagemmi utilizzati da truffatori di ogni risma, le particolari circostanze in cui gli anziani dovrebbero alzare con prontezza e coraggio le misure di discernimento e difesa. Numerosi, poi, i consigli che l’ufficiale dell’Arma ha voluto dare, primo fa tutti l’aiuto da chiedere ai Carabinieri sempre pronti ad intervenire.
Si è inoltre sviluppato un illuminante dibattito arricchito dai contributi dell’assessore comunale alla Legalità, dott.ssa Giuseppina Petrella, da altri esponenti della Giunta (Raimondo e Vaio) e da alcuni degli anziani presenti, fra i quali la signora Rita Di Stasio che, raccontando una sua sfortunata esperienza di truffa subìta, ha messo in opportuno rilievo l’importanza della denuncia. Vi è stato chi ha notato il “silenzio parlante” del comandante De Santis durante l’articolata discussione, ma ha avuto ragione chi ha invece preferito siglarlo come “silenzio operante”. Un chiaro riconoscimento che peraltro aveva già espresso in apertura l’assessore alle Politiche sociali, Gabriella Parente, con questo indirizzo di saluto: “Sento il dovere di esprimere la mia più sincera gratitudine al maresciallo De Santis che ogni giorno gestisce situazioni difficili e complesse ‘anche a livello sociale e umano’. Un uomo con grande energia che ama il proprio lavoro e lo fa con sguardo attento verso l’altro. Grazie per ciò che siete e per ciò che fate, la vostra si può correttamente definire ‘rassicurazione sociale’! ”. Al termine dell’incontro il sindaco ha annunciato l’ottenuto finanziamento per l’imminente realizzazione di impianti di videosorveglianza»