LA CASERTANA FC CAMBIA L’ORGANIGRAMMA DOPO LA DELUDENTE STAGIONE

Mandato via il ds Martone ma ci saranno altri cambi in società

La Casertana dopo l’ultimo campionato conclusosi con il nono posto e la sconfitta di Brindisi che l’ha esclusa dalla fase finale dei play off inizia il lavoro in vista della prossima stagione e del prossimo campionato del girone c di Lega pro.

C’è stata la risoluzione del contratto con il ds Martone, la società, infatti sul proprio sito ha esposto il seguente comunicato, “ La Casertana FC, comunica di aver risolto consensualmente l’accordo con il consulente sportivo Aniello Martone. A lui va il ringraziamento per l’impegno profuso in questi anni al servizio dei colori rossoblu e l’augurio di un prosieguo di carriera ricco di soddisfazioni”.

Non solo però altri ‘stravolgimenti’ potrebbero accadere, in queste ore un altro dirigente sta meditando il proprio futuro all’interno del club. Sembrerebbe, ma il condizionale è d’obbligo, che il team manager Carmine Russo stia riflettendo sul cosa fare. Potrebbe lasciare e seguire Martone in una nuova avventura o restare in società limitandosi al ruolo di team manager, sta di fatto che il presidente D’Agostino è in contattato con un paio di direttori sportivi di una certa esperienza.

Il patron D’Agostino ha chiesto tempo, si è preso tempo per vedere il da farsi, due settimane per riflettere. La verità è che mai come quest’anno c’è poco da riflettere. Il progetto tecnico non ha dato i risultati sperati, in altre parole è fallito praticamente: si sono susseguiti quattro allenatori e ognuno dei quali  dichiarava quasi sempre le stesse affermazioni “Per vincere bisogna avere la squadra al completo e noi non l’abbiamo mai avuta”.  Qualche considerazione su quella che sarà  la prossima stagione di calcio in lega pro , l’anno prossimo il girone C sarà un buon campionato quasi al livello della serie B, con squadre forti come Reggina, Foggia, Palermo, Catania o Catanzaro (se non entrambe), Avellino e Bari tutte in lizza per vincere e pronte a spendere anche dai 5 ai dieci milioni di euro per costruire compagini all’altezza. Appare chiaro che il presidente debba tirare una linea e ripartire.

La Casertana punterà alla B nel 2019-2020 e questo sembra scontato anche se non è chiara quella anche la posizione del presidente rossoblù, qualcuno paventa addirittura la possibilità di un passo indietro da parte dello stesso presidente che durante l’anno anche più di una volta dichiarato di voler andar via in una stagione che non brillerà certamente per i risultati ottenuti.