La Fiaccola della Pace a S. Andrea del Pizzone infiamma il cuore dei giovani e della comunità con i colori della Pace

Anche S. Andrea la Fiaccola il Movimento Internazionale per la Pace e la Salvaguardia del Creato ha piantato l' "Albero della Pace".

La “Scuola che educa alla PACE” con la nostra “Fiaccola della Pace”, simbolo di luce in questo tempo di oscurità, vince sempre! Lo ha ben dimostrato mercoledì 29 Maggio 2019 accogliendo con grande entusiasmo la 1a edizione della “Fiaccola della Pace”, dedicata ai percorsi dei 100 anni della grande guerra con un’imponente manifestazione di Pace che ha riempito di colori le strade della cittadina di S. Andrea del Pizzone frazione del Comune di Francolise, dove risiede la sede principale dell’Istituto Comprensivo retto dalla Dirigente scolastica Maria Martucci. Hanno presieduto ufficialmente il Sindaco del Comune di Francolise Dott. Gaetano Tessitore,

con l’Assessore alla Pubblica Istruzione Rosaria Lanna, l’Assessore Pasquale Marigliano, il Presidente del Consiglio Comunale Alfredo Pratillo e altri componenti dell’Amministrazione comunale, il rappresentante del Consiglio d’istituto con i componenti, i genitori degli alunni, il Preside uscente dell’ICAS “Solimene” di Sparanise “Pietro Aramini”, l’Associazione nazionale carabinieri (sezione di Francolise) con il maresciallo Marchione Ferdinando, i due parroci Don Marcos Aparecido De Goes e Don Vincenzo Di Martino, il Movimento Internazionale per la Pace e la Salvaguardia del Creato, promotore della mobilitazione della Fiaccola della Pace dei 100 anni della grande guerra,

con la Presidente Agnese Ginocchio, Presenti alcuni familiari del caduto Andrea Lanna, Sergente della 73-ma Compagnia Mitraglieri Fiat, caduto in guerra all’età di ventiquattro anni nella cruenta battaglia avvenuta sul Monte San Gabriele di Gorizia il 4 Settembre del 1917. Il suo nome fu insignito della medaglia al valore di guerra. Una magnifica organizzazione curata nei minimi dettagli, ben preparata da tutti i docenti dell’Istituto Comprensivo: La scuola dell’infanzia, la primaria e la secondaria di 1° grado. Giovani in fila che hanno completamente occupato le strade del corso principale realizzando magnifiche coreografie con magliette bianche sulle quali vi erano stampati i colori della Pace, cuori, aquiloni, fiori, colombe bianche, colori della Pace, parole di Pace, giovani che portavano striscioni e cartelloni realizzarti con le loro mani sui quali si potevano leggere le frasi dei Premi Nobel per la Pace. Sembrava un’esplosione di colori e di gioia emanata dai loro volti entusiasti di marciare per la Pace.

Una fiumana di giovani e bambini che reclamavano i loro spazi, i loro diritti, che chiedevano agli adulti di difendere i loro sogni il loro futuro. Molti i cartelloni sui quali si potevano vedere i volti di Madre Teresa, e leggere le citazioni dei Premi Nobel per la Pace: da Gandhi a Nelson Mandela, da Malala a Greta, dal Dalai Lama a Martin Luther King. La rivoluzione nonviolenta dei giovani! Un grande messaggio pervenuto dai giovani grazie al lavoro e all’impegno dei docenti e della Dirigente scolastica che hanno aderito alla mobilitazione della Fiaccola della Pace, aprendo le porte della loro scuola al valore Madre: la Pace. In questo momento storico così grave, in cui si assiste al trionfo dell’odio e alla disfatta dei valori fondanti, la Scuola, in particolare la “Scuola di Pace”, diventa l’unica istituzione maestra credibile in grado di indicare la via alle comunità territoriali e a chi gestisce le sorti del paese, qual è la via da seguire se vogliamo avere un seguito e un futuro, ma soprattutto se vogliamo tutelare il futuro dei giovani. “Siamo tutti fratelli, camminiamo insieme per costruire ponti di umanità che abbattono i muri dell’odio che genera paura, violenza guerra.

Ricordiamo l’esempio dei nostri padri che durante le guerre di resistenza diedero la vita per difendere gli alti valori della Libertà, della Giustizia della fratellanza e della Pace” Ha ricordato la presidente del Movimento per la Pace Agnese Ginocchio. La Fiamma della Fiaccola simbolo della luce che deve brillare in questo tempo di oscurità, accenda la fiamma della memoria nel ricordo dei nostri padri ai quali è dedicato l’Albero della Pace. il monumento vivo sempreverde, simbolo della vita che mai muore.

L’albero benedetto da don Marcos e don Vincenzo, che bisogna coltivare e custodire ogni giorno con le azioni portando rispetto e memoria verso chi sacrificò la sua vita per farci vivere nella stabilità e sicurezza. La Dirigente scolastica Martucci nell’intervenire ha fatto vedere a tutti gli alunni e i presenti per la prima volta un documento, oggi custodito come un oggetto prezioso, si trattava di una lettera ricevuta da un suo parente che partecipò alla guerra, risalente agli anni della prima guerra mondiale. nella lettera descriveva gli orrori della guerra di cui era testimone diretto.

Quindi è seguito il cerimoniale della mobilitazione con la consegna dell’Appello per il diritto alla Pace al Sindaco e alla Scuola, a seguire la solenne sigla del Patto di Pace con la dirigente Martucci, attraverso il quale è stato consegnato all’ I.C. di Francolise il titolo di “Scuola di Pace del III Millennio”, a seguire ancora la sottoscrizione in segno di impegno della Dichiarazione di Pace, da parte di tutte le istituzioni presenti: Sindaco, Preside Martucci, parroci, rappresentanti Associazioni, Familiari del caduto Lanna. Movimento per la Pace.cAnche S. Andrea del Pizzone ( Francolise) dal 29/05/2019, ha il suo “Albero della Pace”, piantato nel giardino della scuola.

Un doveroso ringraziamento ai docenti referenti del progetto: prof. Stefano Laudadio e prof.ssa Raffaella Guardiano, ai docenti dell’intero Istituto scolastico e a tutti i magnifici alunni che hanno mantenuto sino alla fine un comportamento attento e rigoroso, per la buona riuscita della manifestazione. Un ringraziamento alla polizia municipale presente con il Comandante, per il servizio d’ordine e sicurezza effettuato durante la manifestazione. “Se smettiamo di odiarci avremo Pace! Fiaccola della Pace”.