LEZIONI NEI B&B. Antonella Piccerillo (Lega): “Azzolina continua a sfiduciare il popolo italiano così come il conseguente silenzio assordante del Governatore De Luca”

Il Presidente della Campania, Vincenzo De Luca, finisce per lasciare nella confusione più assoluta i cittadini campani e casertani dopo l’arrivo di un’altra trovata bizzarra del Ministro Azzolina: per garantire il distanziamento degli alunni tra i banchi di scuole viene chiesto ai sindaci di proporre le lezioni all’interno di B&B.

Continua ad imbarazzare il Ministro del Governo Nazionale di sinistra, che non contenta decide di addossare la colpa ai primi cittadini di ogni città, senza che il Governatore De Luca e il relativo l’assessore regionale della Pubblica Istruzione dicano una sola parola su tale questione. In merito interviene il consigliere provinciale della Lega, Antonella Piccerillo: “I cittadini campani e casertani meriterebbero chiarezza e non soluzioni strampalate che lasciano il tempo che trovano. E’ inconcepibile scaricare su altri il fallimento del Governo e della regione, solo perché a poche settimane dalle riaperture delle scuole non si è stati capaci di trovare una soluzione opportuna”.

 

Non è possibile ipotizzare soluzioni senza un impegno serio e concreto del Governo e della regione con risorse eventualmente adeguate”. In qualità di madre la Piccerillo infatti si pone in prima linea a favore della tutela degli studenti, famiglie e personale scolastico. Conclude poi: “La formazione dei nostri figli rientra nel diritto inalienabile allo studio. Dobbiamo garantire loro una piena sicurezza ed evitare che queste decisioni singolari del Governo vengano fuori dal silenzio assordante della Regione”.