Maddaloni. Aspettando Godot. Chi fa da sé fa per tre

Abbiamo ripreso nel titolo l’ironico post apparso ieri su Facebook che immortala un cittadino residente nel centro storico intento a tagliare l’erba in strada.

Il richiamo a Beckett è indubbiamente calzante. Il taglio dell’erba è stato previsto, programmato e calendarizzato. Ma certe strade sembra siano state dimenticate. Come mai?

Questo articolo non vuole fare demagogia. Il quartiere interessato, che comprende via Fabio Massimo, i Formali, via Sambuco, via Santa Margherita, praticamente il cuore e la storia di Maddaloni, che altrove sarebbe meta di turisti, un gioiello da preservare e una risorsa economica e culturale, è vittima di degrado ed incuria da tempo.

Basolato sconnesso e pericoloso, rifiuti ovunque, ratti in visita, erba non tagliata. E potremmo continuare.

Tornando all’erba, più volte è stato interpellato l’ufficio preposto per chiedere quando le strade citate sarebbero state interessate. Secondo quanto riferito, già la settimana scorsa il lavoro doveva essere effettuato.

Ma all’orizzonte non si avvista ancora nessuno. Per cui, la consuetudine è diventata norma, e alcuni cittadini armati di buona volontà e tagliaerbe provvedono al decoro urbano.

Un plauso ovviamente va al cittadino giardiniere.