Mare inquinato, la rabbia di Pomposo: “Tuteliamo la nostra natura da questi criminali”

"Il mare è nostro, tuteliamolo con tutte le nostre forze". Nicoletta Pomposo, coordinatrice provinciale a Caserta di Alleanza di Centro, interviene sulla "mostruosità" della marea nera che dalla foce dell'Agnena si è riversata nel mare del litorale inquinandolo

CASERTA – “Viviamo grazie alla natura e dobbiamo rispettarla. Il mare è nostro, tuteliamolo con tutte le nostre forze”. Nicoletta Pomposo, coordinatrice provinciale a Caserta di Alleanza di Centro, interviene sulla “mostruosità” della marea nera che dalla foce dell’Agnena si è riversata nel mare del litorale inquinandolo.

Sembrerebbe che i liquami siano arrivati da un’azienda bufalina della zona ed è proprio a queste persone che Pomposo rivolge un accorato appello: “Siamo obbligati ad amare la nostra natura che in questa fase di lockdown ci ha dimostrato la sua maestosità e la sua immensa forza. Abbiamo visto addirittura i delfini nei mari della nostra Campania, si è ristretto il buco nell’ozono e poi appena si riapre tutto pensiamo subito ad inquinare il mare?

E’ da incoscienti e da veri e propri criminali. Dobbiamo avere senso della natura perché ne vale anche del nostro futuro e di quello delle nostre famiglie”. Nicoletta Pomposo poi lancia un appello: “Quest’anno ci sarà sicuramente una estate a km 0. Quindi in quel mare di Castel Volturno e di Mondragone ci saranno famiglie, magari residenti poco distanti, che porteranno i loro figli a vivere una giornata di sole così oppure ragazzi che non si allontaneranno per la tintarella.

Ecco, pensiamo a questo: divertiamoci in un mare pulito, in un mare che è veramente una delle cose più belle che ci possa offrire la nostra Regione. Tuteliamolo per avere un futuro che possa veramente sorridere a tutti quanti noi”.