Mondragone: Una commissione in “pectore”

Presentata dal Sindaco per il momento resta solo una proposta

MONDRAGONE:  Resta in “pectore” la proposta avanzata durante l’ultima seduta del consiglio comunale che prevedeva l’istituzione della commissione allargata che doveva occuparsi di definire il regolamento attuativo per la gestione dell’arenile demaniale (le spiagge libere per intenderci).

A determinare il rinvio è stato lo stesso primo cittadino Virgilio Pacifico. Davvero lodevoli le motivazioni che si nascondono dietro la sua decisione. Il sindaco e la sua maggioranza, infatti, non volevano agire senza la piena condivisione, su questa delicata problematica, con la minoranza assembleare.

“I pareri ottenuti dal documento sono regolari – ha dichiarato il presidente del Consiglio Comunale Claudio Petrellatuttavia il Sindaco ha preferito che ci fosse maggiore condivisione. Il regolamento sarà un punto di partenza per la creazione di spiagge libere”.

La nascita di spiagge libere sarebbe davvero un qualcosa di pienamente condivisibile, e che andrebbe, nel modo migliore possibile, a colmare tutta quella problematica ambientale evidenziata nell’edizione delle ore 14 del TG3

“C’’è una desertificazione di bagnanti e turisti”, queste le parole della responsabile di Legambiente di Sessa Aurunca.