Muore in una clinica casertana, ma non sono chiare le cause. La famiglia chiede giustizia | LA LETTERA

Come è noto lo scorso 16 maggio è deceduto, in circostanze ancora tutte da chiarire, il sig. Giuseppe Di Pasquale, mentre lo stesso era ricoverato in una clinica casertana. Una morte improvvisa che fatto sprofondare tutta la famiglia in un dolore immenso e che non trova pace.

I figli di Giuseppe, i cui funerali si sono tenuti questo pomeriggio a Casandrino (Na) nella Parrocchia Sacro Cuore di Gesù, hanno scritto una lettera, le cui parole descrivono pienamente l’immenso dolore legato ad una morte assurda. La famiglia, straziata dal dolore, anche nella lettera, chiede e pretende a gran voce giustizia e chiarezza su una vicenda la cui dinamica è ancora tutta da ricostruire e chiarire. Di seguito pubblichiamo la lettera.

“Caro papà, quello che abbiamo nel cuore è immenso, un dolore così grande papà, che ci ha devastato. Ci hai regalato tanti momenti di gioia, sorrisi e soprattutto abbiamo vissuto insieme momenti di unione e calore familiare. Questa vita è stata ingiusta con te papà, ma insieme e con l’aiuto di mamma abbiamo cercato di darti tutto l’amore e di non farti mancare nulla. Sei stato per noi un grande esempio, un uomo che ha fatto della sua vita un sacrificio per non far mancare nulla alla sua amata moglie ed a noi figli. Se oggi siamo quelli che siamo è grazie a te papà! Ci hai insegnato i valori dell’onestà, amore, il senso del dovere e della giustizia. Si papà GIUSTIZIA. Quella giustizia che noi tutti cercheremo di ottenere con ogni mezzo per te. Stai sereno papà, penseremo a tutti noi. Vai via in pace e guardaci e guidaci da lassù. Vivrai per sempre nei nostri cuori. Ciao papà, Ciao Marescià! Con amore i tuoi amati figli”.