Nessun accordo con la Balga S.r.l. Docimo(Flaica): “Che lo stato di agitazione continui!”

a cura di Giovanni Luberto

 

Teverola(CE). “Ennesima dimostrazione di una situazione grave che ormai e molto diffusa nel nostro territorio provinciale.” – tuona i Segretario FLAICA UNTI C.U.B. Docimo Raffaele.
Oggi si è svolto il tentativo di conciliazione davanti al prefetto di Caserta per i lavoratori della Balga S.r.l. che opera nel comune di Cesa, ma il tutto non si è svolto secondo le aspettative. “Oltre alla dimostrazione che la nostra O.S. aveva ragione a dichiarare lo stato di agitazione – dichiara Docimo – davanti ai nostri occhi si è presentata una società che opera in una condizione di promiscuità totale. Basti pensare che non avendo nemmeno sottoscritto il contratto con il comune non sarebbe autorizzata nemmeno ad operare. A tutto questo in mancanza di ogni rispetto verso le OO.SS. presenti ha mandato in sua rappresentanza un lavoratore autista senza nessuna conoscenza della situazione di gravità che vivono i suoi colleghi.”
“Come O.S. la FLAICA ha chiesto da subito al comune di rescindere il contratto con questa società che non è in grado di pagare gli stipendi – conclude il Segretario – e alla quale lo stesso comune non può nemmeno pagare le fatture perché non ha sottoscritto il regolare contratto di affidamento.
L’esito negativo della riunione di oggi, ci costringere a continuare con altre iniziative di lotta che decideranno i lavoratori nei prossimi giorni.”