Rapina portavalori ad Aversa: Consap “Potenziare controllo del territorio e aumentare indennità”

Rapina portavalori BNL ad Aversa. La CONSAP esprime vicinanza ai due tutori dell'ordine rimasti feriti

AVERSA – “Potenziare il controllo del territorio e aumentare l’indennità esterna”, lo chiede il Segretario Generale Nazionale della Consap Cesario BORTONE dopo la tragica rapina a mano armata di lunedì mattina, 11 maggio 2020, ad Aversa presso la BNL (Banca Nazionale del Lavoro), nella quale e stato colpito dai colpi di Ak47 un collega libero dal servizio intervenuto per difendere l’autista del portavalori.

“Ci chiediamo se l’aumento dei reati predatori, già paventato da una circolare del Capo della Polizia, sia stato adeguatamente ponderato anche in tema di risorse ed incentivi” – sostiene la Consap – “evidentemente no visto che in pochi giorni registriamo un morto ed un ferito gravissimo fra i nostri colleghi uno dei quali, quello di stamattina, era un nostro dirigente sindacale di Napoli.

Ora che è chiaro a tutti” – prosegue Bortone – “che la criminalità è decisamente agguerrita e spietata, bisogna correre ai ripari, potenziando da subito le risorse per il controllori del territorio sia in termini di risorse umane che di stanziamento economico, a questo proposito mi chiedo come possa il Governo continuare a “mandarci al macello” con una indennità di servizio esterno di miserrimi quattro euro a turno, un importo che lo stesso Capo della Polizia ha definito immorale.

In queste ore difficili esprimiamo forte vicinanza al poliziotto, nostro dirigente sindacale e mio personale amico ora in prognosi riservata” – conclude Bortone – “e alla guardia giurata vittime di questa rapina e rinnoviamo l’invito a metterci nelle condizioni di poter affrontare con rinnovata motivazione quella che temiamo possa essere solo l’inizio di un’escalation di lacrime e sangue”.