S.Nicola la Strada – Riprendono i corsi di Balli popolari da parte della “Barca di Teseo”

Venerdì, 8 novembre 2019, presso Via Appia nr. 102, si terrà una lezione di prova gratuita

SAN NICOLA LA STRADA – Con l’intento di volere riscoprire e promuovere le danze della tradizione campana l’associazione “La barca di Teseo”, sita in Via Bronzetti 16 in San Nicola la Strada, riapre le iscrizioni al corso di ballo polare del Sud Italia. Chiunque fosse interessato ad imparare ed a divertirsi con loro, la Barca di Teseo ha organizzato, con la collaborazione dell’Associazione “Alterum” di Titti D’Abbraccio, per venerdì 8 novembre 2019, con inizio alle 20:30 in San Nicola la strada in Via Appia 102 (sede di Alterum) per una lezione di prova gratuita.

Si terranno lezioni di: Tammurriata Nocerino Sarnese; Tammurriata Avvocata; Pizzica pizzica Salentina; Tarantella Cilentana; Tarantella del Gargano. L’Associazione “La barca di Teseo” è stata fondata a San Nicola la Strada lo scorso 30 maggio 2017 e regolarmente iscritta all’Agenzia delle Entrate.

Scopo precipuo dell’Associazione, in sinergia con il Movimento Nazionale “Onesti Cittadini”, è quello di promuovere e svolgere direttamente iniziative culturali e sociali per la diffusione, il sostegno e la tutela dei diritti e delle libertà inviolabili della persona, con particolare attenzione ai Giovani, alle Famiglie, alla Formazione, al Lavoro e alle Imprese riferite al Territorio di San Nicola la Strada.

Il Presidente Matteo CARACCIOLO, sposato e con tre figli, è un ingegnere elettronico, lavora presso TIM Spa come Responsabile gestione operativa sistemi del Credito, Fatturazione wholesale, Revenue Assurance di TIM, Coordinatore Associazione Salesiani Cooperatori CAMPANIA-BASILICATA. Per il conseguimento delle sue finalità, l’Associazione, senza alcuno scopo di lucro, intende dar vita e/o promuovere: a) conoscenza dei Principi e dei Valori di riferimento del Movimento “Onesti Cittadini”;

b) iniziative e dibattiti per lo sviluppo del Territorio; c) forum per l’approfondimento dei temi di pubblico interesse per un confronto tra le parti sociali; d) formazione culturale e professionale anche attraverso la distribuzione e diffusione di pubblicazioni scritte o audiovisive; e) attività od organizzazioni culturali, artistiche, turistiche, sportive; f) costituzione di centri di pari finalità.