Salvatore Narciso lancia dal balcone la figlia Ginevra di 16 mesi

Attualmente l'uomo e' ricoverato all'Ospedale Cardarelli

Caserta . Salvatore Narciso, 35 anni, ha lanciato la figlia Ginevra di 16 mesi dalla finestra delle scale del secondo piano dove abitano i suoceri.Subito dopo ha tentato il suicidio lanciandosi a sua volta nel vuoto, rimanendo ferito gravemente

Attualmente l’uomo e’ ricoverato all’Ospedale Cardarelli dove e’ stato intubato. La  prognosi resta riservata, ma non sarebbe in pericolo di vita.

Il fatto e’ avvenuto a San Giuseppe Vesuviano paese d’origine della moglie di Narciso.

Per il momento non sono state emesse misure cautelari, ma è piantonato dai carabinieri; con tutta probabilità nelle prossime ore verrà arrestato per omicidio volontario.

Le circostanze dell’omicidio sono ancora tutte da chiarire. Secondo la ricostruzione dei carabinieri il 35enne avrebbe fatto allontanare la moglie con una scusa, avrebbe poi afferrato la piccola di 16 mesi e l’avrebbe lanciata dalla finestra, gettandosi subito dopo.

Marito e moglie abitavano a Caserta ed erano in fase di separazione. La donna, dottoressa di professione, è originaria di San Gennaro Vesuviano.

Un litigio tra marito e moglie avvenuto la sera prima è l’unico dato certo sulle presunte tensioni tra i genitori della bimba.  Fatta eccezione per la lite avvenuta ieri sera, non sono documentati episodi violenti né risultano trascorsi giudiziari o denunce. Nessun membro della famiglia risulta coinvolto in problemi economici o giudiziari. Oggi oggi i tre erano a San Gennaro Vesuviano, ospiti della madre di lei. Quando è avvenuta la tragedia, intorno a mezzogiorno, in casa erano presenti solo il padre e la figlia di 16 mesi.