SAN NICOLA LA STRADA. Pervenuta lettera anonima che denunzia abusi edilizi, perché non verrà presa in considerazione

NUNZIO DE PINTO

Pervenuta lettera anonima che denunzia abusi edilizi, perché non verrà presa in considerazione

SAN NICOLA LA STRADA – Mercoledì, 24 novembre 2017, mi è stata fatta recapitare, nella mia personale cassetta per le lettere, una missiva anonima indirizzata all’Ufficio Tecnico del Comune di San Nicola la Strada per un presunto “abuso Edilizio” che si starebbe perpetrando al Parco SCCAC, e, per conoscenza, alla locale Polizia Municipale, ai Carabinieri della stazione sannicolese dell’Arma e, infine, allo scrivente, badando bene di scrivere, dopo il mio nome e cognome, anche la qualifica di “Giornalista”. Premetto che, seppure sia contento di essere stato contattato, evidentemente per la stima che nutre nei miei confronti, NON prenderò in considerazione la predetta missiva per due ordine di motivi: il primo è che la stessa reca uno scarabocchio al posto della firma, per cui non è possibile capire chi sia il mittente; il secondo è che nella lettera la persona che mi ha inviato la missiva si identifica come “…. Lo scrivente….”, anche in questo caso senza scrivere il proprio nome e cognome per cui non ho avuto modo di contattarlo e, garantendogli l’anonimato della fonte, farmi descrivere “de visu” il grave abuso edilizio che ha denunziato nella lettera. Occorre però precisare che la denuncia anonima può comunque consentire alla Autorità giudiziaria o alla Polizia Giudiziaria di avviare indagini preliminari, ed infatti, secondo la giurisprudenza, l’art. 333, comma 3, nel prescrivere che delle denunce anonime non può essere fatto alcun uso, stabilisce che la denuncia anonima non può valere come notitia criminis e non deve essere iscritta nell’apposito registro previsto dall’art. 335. Ciò, però, non esclude che il Pubblico Ministero e la Polizia Giudiziaria che, ex art. 330, prendono notizia dei reati anche di propria iniziativa, possano trarre utile spunto per la loro attività anche da una informazione anonima. Insomma, nella fattispecie, nulla vieta all’Ufficio Tecnico Comunale ed alla locale Stazione dei Carabinieri di investigare e, nel caso fossero evidenziati reati penali, prendere i provvedimenti del caso, ma io NON mi presterò a questo perverso gioco delle denunzie anonime. Metteteci la faccia se siete sicuri di quello che denunziate.