Sequestrato capannone per gestione illecita rifiuti speciali non pericolosi

L'operazione è stata condotta a Villa Literno dai Carabinieri Forestali di Castel Volturno

VILLA LITERNO – Militari appartenenti alla Stazione Carabinieri Forestale di Castel Volturno (CE) ed alla locale Stazione Carabinieri Territoriale di Villa Literno (CE), hanno rinvenuto, in comune di Villa Literno (CE), alla Via delle Dune, località “Giardino”, all’interno di un capannone industriale prefabbricato, un’illecita attività di gestione di rifiuti non pericolosi consistenti in balle pressate di carta e cartone frammisto a plastica, r.s.u. e frazione organica, per un quantitativo di circa 450 mc.

I predetti militari, coadiuvati da personale A.R.P.A.C. di Caserta, hanno accertato che l’attività svolta al suo interno non era legittima, seppure la ditta proprietaria e gestore dell’impianto fosse in possesso di autorizzazione per l’esercizio di un impianto di gestione rifiuti speciali non pericolosi, in quanto l’attività è risultata svolta all’interno di una struttura completamente diversa da quella autorizzata.

Per questi motivi i militari hanno proceduto al sequestro dell’intero capannone, dell’estensione di circa mq. 1000, con tutti i rifiuti ivi presenti, deferendo in stato di libertà il legale rappresentante della società per gestione illecita di rifiuti speciali non pericolosi.

Poiché la situazione constatata integra un reato alle norme legislative in materia di tutela ambientale di tipo contravvenzionale per le quali il legislatore prevede esclusivamente una pena pecuniaria (ammenda), non avendo ravvisato danno o pericolo concreto e attuale di danno alle risorse ambientali, urbanistiche o paesaggistiche protette, i predetti militari hanno impartito opportune prescrizioni tecniche da ottemperare al fine di rispristinare lo stato dei luoghi, liberando le aree ispezionate da tutti i rifiuti presenti ed attivare le corrette procedure volte al corretto recupero e/o smaltimento, secondo le modalità previste dalla normativa vigente.