Strisce pedonali intelligenti. Valeria Tramontano: “Durante il mio mandato sono sempre stata ostacolata”

“Nel 2016 per la zona di Via Le Taglie avevo pensato ad un piano di viabilità ad hoc con l’allora Comandante Orlando ma non me lo hanno permesso”

SAN NICOLA LA STRADA – Nel territorio di competenza del Comune di San Nicola la Strada vi sono strade ad alta pericolosità e sinistrosità. Il Tenente Colonnello Luigi SALERNO MELE, comandante della Polizia Municipale, per la sua professionalità e conoscenza del territorio cittadino ha individuato un tratto stradale del territorio sannicolese ad alta pericolosità e sinistrosità:

si tratta del tratto di Via Le Taglie che interseca in sequenza Via Patturelli, per cui al fine di meglio salvaguardare l’incolumità degli automobilisti nonché dei pedoni che frequentano la zona, in considerazione anche dell’elevato concentramento abitativo della zona stessa, sono state installate delle strisce pedonali cosiddette intelligenti. L’installazione di queste strisce pedonali sono costate 2.623 euro IVA inclusa per l’installazione di un dosso dissuasore di velocità in LaserAid ActaLux™, un prezzo assolutamente competitivo che la ditta ha offerto ad un prezzo notevolmente al suo costo reale.

Negli ultimi giorni gli operai hanno terminato l’installazione della striscia pedonale e sui social cittadini si è scatenata una polemica furibonda con i cittadini sannicolesi che contestano l’Amministrazione comunale per avere pensato ad una striscia pedonale ad alta tecnologia invece di pensare a ripristinare l’asfalto delle strade cittadine che risultano essere piene di buche.

Abbiamo intervistato la dr.ssa Valeria Tramontano, ex Assessore alla Viabilità dal 29.06.2015 sino all’08.09.2017, quando rassegnò le dimissioni per il mancato sostegno di tutta la coalizione e del suo stesso partito, su queste polemiche. D. “Dr.ssa Tramontano durante il periodo del suo assessorato ha mai pensato di realizzare degli attraversamenti pedonali del genere ?”. R.: “Durante il mio assessorato sono stata sempre ostacolata dalla Giunta, dal mio stesso partito e dall’intera coalizione.

Era mia intenzione dare uno sguardo maggiore a zone abbandonate come la Rotonda, diventata piazza (libera) di spaccio, ed altre zone periferiche. L’amministrazione resta a guardare e spende soldi pubblici, dei contribuenti, per strisce realizzate in via Le Taglie e non se ne conosce la motivazione. Per quella zona già nel corso del 2016 pensai con l’allora comandante Orlando ad un piano viabilità ad hoc. Ma sono sempre stata ostacolata.”.

D: “Cosa si aspetta dalla prossima amministrazione che guiderà la Città di San Nicola la Strada per il prossimo quinquennio?”. R.: “Spero vivamente che la prossima amministrazione comunale guardi con maggiore interesse ai problemi strutturali che attanagliano la nostra Città. Si deve operare per l’esclusivo interesse della collettività sannicolese e ad essa occorre garantire benessere, tanto sbandierato durante la campagna elettorale del 2015, ma ad oggi mai realizzato. Il popolo vuole al potere una figura carismatica che scenda nelle piazze ed ascolti i reali problemi delle famiglie, dei giovani, degli anziani. Ciò, purtroppo, non si è verificato in questa amministrazione”.