Tagliano il servizio di vigilanza, ed è subito panico nella metro di Napoli. L’ira dei Sindacati.

a cura di Giovanni Luberto

 

Napoli. Ennesimo raid vandalico alla metro di Napoli – stazione Vanvitelli. Un gruppo di ragazzini, nella giornata i ieri, avrebbe manomesso i freni d’emergenza del vagone in corsa nella linea 1, e non contenti avrebbero poi aggredito il macchinista che cercava di trattenerli dalla ed allontanarli bravata. L’intera linea metro per questioni di sicurezza ha dovuto interrompere anche le altre corse dell’Anm, e si è riuscito a riprendere la normalità solo verso mezza notte. Tutto questo, poiché recentemente era stato soppresso il servizio di vigilanza da poco, e nessuno è potuto intervenire tempestivamente per impedire il danno, o almeno prevenirlo. Tuonano, nel frattempo, i vari sindacati: «Si tratta dell’ennesima scorribanda di babygang sul metrò che si registra ormai tutte le settimane nelle serate della movida». E non trattengono le accuse: «A causa dei tagli alla vigilanza interna, sabato sera, la stazione Vantivelli era senza controlli. Solo l’intervento successivo della polizia e dei carabinieri è riuscito a riportare la calma».

Nel frattempo, vari scioperi proprio sulla mancanza di sicurezza sono stati annunciati nelle prossime settimane dagli stessi sindacati di categoria trasporti e vigilanza privata. Interviene sulla vicenda anche il Presidente Nazionale delle Guardie Giurate G. Alviti, il quale dichiara:

«Per la sicurezza non si spende mai abbastanza ed oggi ne abbiamo avuto la prova. Da anni come Agpg denuciamo in Italia questa sottovalutazione dell’operato delle guardie giurate che sono un valore aggiunto per l’ordine pubblico.»